Naomi Osaka lascia gli Open di Francia dopo la disputa della conferenza stampa


Osaka, hanno detto, ha rifiutato di impegnarsi con loro, non lasciando loro altra scelta che perseguire sanzioni significative per aiutare a garantire che Osaka non ottenesse un vantaggio sui suoi concorrenti.

“Vogliamo sottolineare che esistono regole per garantire che tutti i giocatori siano trattati esattamente allo stesso modo, indipendentemente dalla loro statura, convinzioni o risultati”, hanno affermato i funzionari. Come sport non c’è niente di più importante che assicurarsi che nessun giocatore abbia un vantaggio ingiusto su un altro, cosa che purtroppo accade in questa situazione se un giocatore si rifiuta di dedicare tempo a partecipare agli impegni mediatici mentre gli altri tutti onorano i propri impegni.

Indipendentemente dalle difficoltà di salute mentale di cui Osaka potrebbe soffrire, sua sorella Mari, ex tennista professionista, ha essenzialmente dato supporto in un post su Reddit alla discussione fatta dai funzionari del tennis. Nel post, Mari Osaka ha affermato che la decisione di non partecipare alle conferenze stampa è stata guidata in gran parte dalle lotte di Naomi per vincere sui campi in terra battuta. Mari Osaka ha dichiarato che ogni volta che sua sorella gioca in un torneo su terra battuta, la stampa le chiede del suo scarso record in superficie, il che le mette in testa pensieri negativi.

Il Roland Garros si gioca sulla terra battuta, quindi, ha spiegato, sua sorella ha deciso di non partecipare alle conferenze stampa per poter «bloccare tutto. Non parlare con le persone che le metteranno dei dubbi nella mente”.

Il post di Mari Osaka sembrava sollevare dubbi sul fatto che sua sorella soffra di depressione. “Sta proteggendo la sua mente, ecco perché si chiama salute mentale. Così tante persone sono pignoli su questo termine pensando che devi avere la depressione o qualche tipo di disturbo per poter usare il termine salute mentale.

Nel suo post di lunedì, Osaka si è descritta come una persona introversa che soffre di ansia prima di dover parlare con la stampa. Ha detto di aver scritto ai funzionari del torneo in privato per scusarsi per la distrazione che aveva creato e si è offerta di parlare con loro dopo il torneo per cambiare potenzialmente quelle che ha descritto come regole “obsolete” che richiedono ai giocatori di interagire con i media.

Dopo la sua partita di domenica, Victoria Azarenka, due volte campionessa del Grande Slam, ha dichiarato di non essere d’accordo con la posizione di Osaka. “Stampa e giocatori e i tornei vanno di pari passo. Vi stiamo aiutando ragazzi”, ha detto. “Penso che sia molto importante nello sviluppo del nostro sport, nella promozione del nostro sport”. Azarenka ha aggiunto che sentiva che ci sono stati momenti in cui i media avevano bisogno di essere più compassionevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *