La Corea del Nord accusa gli Stati Uniti di “doppio gioco” sui missili di Seoul | Notizie militari


I commenti sono i primi in risposta al vertice del 21 maggio tra i leader degli Stati Uniti e della Corea del Sud.

I media statali della Corea del Nord hanno criticato la recente risoluzione di un accordo tra Stati Uniti e Corea del Sud che limitava lo sviluppo dei missili balistici della Corea del Sud, definendolo un segno del “vergognoso doppio gioco” di Washington.

Il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha annunciato l’abolizione delle linee guida missilistiche congiunte che avevano limitato la portata dei missili balistici sviluppati dal Sud a 800 chilometri (500 miglia) dopo il suo primo vertice con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden all’inizio di questo mese.

Lunedì l’agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord KCNA ha pubblicato un articolo di Kim Myong Chol, che ha descritto come un “critico degli affari internazionali”, per accusare gli Stati Uniti di applicare un doppio standard mentre cercavano di vietare a Pyongyang lo sviluppo di missili balistici.

Gli Stati Uniti sono “assorbiti nel confronto nonostante il loro impegno formale al dialogo”, ha detto Kim. “La fase della conclusione è un duro promemoria della politica ostile degli Stati Uniti nei confronti della RPDC e del suo vergognoso doppio gioco”.

La Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC) è il nome ufficiale della Corea del Nord.

L’obiettivo della Corea del Nord sono gli Stati Uniti, non l’esercito della Corea del Sud, e si opporrà agli Stati Uniti sul “principio di forza per forza”, ha detto Kim.

I commenti sono i primi della Corea del Nord in risposta al vertice del 21 maggio tra i leader degli Stati Uniti e della Corea del Sud. Pyongyang ha detto in precedenza che non tornerà ai colloqui finché ci sarà “ostilità” degli Stati Uniti.

I precedenti limiti di gittata, sufficienti per consentire a un’arma sudcoreana di colpire tutta la Corea del Nord, derivavano dalle preoccupazioni per una corsa agli armamenti regionale.

“I progressisti sudcoreani spesso esprimono la volontà di annullare le esercitazioni di difesa con gli Stati Uniti per concentrarsi sul coinvolgimento diplomatico della Corea del Nord. Ma l’interruzione da parte di Seoul delle linee guida che avevano limitato le sue capacità missilistiche potrebbe essere una maggiore fonte di attrito nel perseguire la pace con Pyongyang”, ha affermato in una e-mail Leif-Eric Easley, professore associato di studi internazionali presso la Ewha Womans University di Seoul.

“Dal punto di vista di Pyongyang, questa sembra una costosa corsa agli armamenti. Il regime di Kim continuerà a lamentarsi dell'”ipocrisia” della Corea del Sud e dell'”ostilità” degli Stati Uniti mentre porta avanti i propri programmi missilistici”.

Kim, il commentatore della KCNA, ha accusato gli Stati Uniti di aver tentato di “accendere (una) corsa agli armamenti nella penisola coreana e nelle aree circostanti e controllare lo sviluppo della (Corea del Nord)”, come ha definito Moon “disgustoso, indecente” per accogliendo favorevolmente la cessazione delle linee guida.

L’amministrazione Biden sta plasmando un nuovo approccio alla Corea del Nord in mezzo a lunghi colloqui sul programma nucleare del Nord.

Durante il loro vertice, Biden e Moon hanno affermato che la revisione degli Stati Uniti “adotta un approccio calibrato e pratico che è aperto e esplorerà la diplomazia” con la Corea del Nord.

La dichiarazione nordcoreana ha criticato indirettamente la revisione dell’amministrazione Biden, affermando che la nuova politica è stata vista da altri paesi “solo come un inganno”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *