La Copa America non si giocherà in Argentina, dove infuria il Covid


Il più grande torneo di calcio del Sud America, la Copa América, non si svolgerà in Argentina, che è impantanata nella sua peggiore ondata di coronavirus fino ad oggi, la federazione calcistica sudamericana, Conmebol, annunciato. Non è chiaro dove si svolgerà il torneo, dopo che Conmebol ha dichiarato che avrebbe preso in considerazione offerte per spostarlo in altri paesi che avevano espresso interesse.

Gli argentini e i loro funzionari governativi erano stati combattuti sulla saggezza di ospitare il campionato, in una discussione che rispecchia quella in Giappone sullo svolgimento delle Olimpiadi di Tokyo quest’estate mentre quel paese si riprende dalla pandemia.

La scorsa settimana, il presidente Alberto Fernández ha definito questo “momento peggiore della pandemia” dell’Argentina e ha annunciato rigorose misure di blocco. Il Paese è ora al terzo posto nel mondo, dopo i vicini Uruguay e Paraguay, per numero di morti per persona nell’ultima settimana, secondo i dati compilati dal New York Times.

All’inizio di questo mese, Conmebol ha rimosso la Colombia come co-organizzatore dopo aver respinto la richiesta della Colombia di rinviare il torneo tra i continui disordini civili e le proteste antigovernative che hanno ucciso almeno 43 persone.

Ciò ha lasciato Conmebol a considerare la possibilità di tenere l’intero campionato in Argentina, tra le voci secondo cui potrebbe esserci un accordo dell’ultimo minuto per includere un altro host, come il Cile, una storia di successo vaccinale in Sud America che ha inoculato circa il 40 percento della sua popolazione .



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *