Fan dei Celtics arrestato dopo che Kyrie Irving è stato quasi colpito da una bottiglia


Un fan con la maglia dei Boston Celtics è stato arrestato domenica dopo che una bottiglia ha quasi colpito alla testa la guardia dei Nets Kyrie Irving dopo la sconfitta di Boston in gara 4 al TD Garden. È stato l’ultimo di una serie di comportamenti indisciplinati dei fan mentre le arene NBA iniziano ad aprirsi quasi al massimo per i playoff.

La scorsa settimana, prima che la serie al meglio delle sette si spostasse a Boston, Irving, un ex giocatore dei Celtics di colore nero, aveva anticipato i fischi ma aveva chiesto ai fan di non essere bellicosi o razzisti. Per decenni, gli atleti neri di diversi sport, tra cui la leggenda dei Celtics Bill Russell, hanno parlato del razzismo che hanno vissuto a Boston.

“Noi sosteniamo che ci teniamo l’uno all’altro come esseri umani, ma chiamiamo le cose prima che accadano come ho fatto l’altro giorno”, ha detto Irving dopo la partita di domenica. “Sto dicendo alla gente: ‘Tienilo il basket.'”

Irving ha sottolineato che si aspettava che i fan facessero il tifo per le loro squadre di casa e che la maggior parte era ansiosa di vedere esibirsi atleti di qualità. Ma ha detto che lo sport ora è a un bivio.

“È stato così nella storia, in termini di intrattenimento, artisti e sport per un lungo periodo di tempo e solo alla base del razzismo e del trattamento delle persone come se fossero in uno zoo umano”, ha detto Irving. “Lanciare loro cose, dire cose. C’è un certo punto in cui diventa semplicemente troppo “.

Irving si stava dirigendo verso un tunnel dell’arena dopo che i Nets hanno battuto i Celtics, 141-126, quando un oggetto che sembrava essere una bottiglia d’acqua è passato appena oltre la sua testa. Più video sui social media ha mostrato una persona con la maglia dei Celtics portata via dalla polizia.

Il lancio di bottiglie ha seguito una serie di incidenti dello scorso mercoledì sera: a Philadelphia, un fan ha versato popcorn sulla testa della guardia dei Washington Wizards Russell Westbrook mentre lasciava la partita con un infortunio. A New York, un fan ha sputato sulla guardia degli Atlanta Hawks Trae Young al Madison Square Garden. Nello Utah, la sicurezza ha espulso tre fan per comportamento osceno nei confronti della famiglia della guardia dei Memphis Grizzlies Ja Morant.

“Abbiamo avuto momenti nella storia in cui le persone hanno reagito e se ne sono andate tra la folla, quindi ci sbagliamo e dobbiamo essere civili e dobbiamo mantenere la calma e dobbiamo mantenere la calma e questo si riflette su di noi”, Ha detto Irving. “Voglio solo mantenerlo sincero e sincero, ed è semplicemente inaccettabile che succedano cose del genere, ma andiamo avanti”.

A seguito degli incidenti di mercoledì, la NBA ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che il suo codice di condotta dei fan sarebbe stato “applicato con vigore”. I fan coinvolti in quegli incidenti sono stati esclusi a tempo indeterminato dalle arene.

“Poteva succedere di tutto con quella bottiglia d’acqua lanciata contro di me, ma i miei fratelli mi stavano circondando”, ha detto Irving. “Avevo persone tra la folla. Quindi, sto solo cercando di tornare a casa da mia moglie e dai miei figli”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *