Naomi Osaka multata di $ 15.000 per aver saltato la conferenza stampa


PARIGI — Il ritorno di Naomi Osaka al Roland Garros è stato trionfante, vincendo domenica in due set la sua partita del primo turno contro Patricia Maria Tig. Ma Osaka non è uscita indenne dalla giornata di apertura del torneo.

È stata multata di $ 15.000 dall’arbitro del torneo Open di Francia per aver rifiutato di apparire a una conferenza stampa obbligatoria post-partita e ha avvertito che avrebbe rischiato sanzioni più forti, inclusa l’inadempienza dal torneo, se avesse continuato a non adempiere ai suoi obblighi con i media.

Questo avvertimento sorprendentemente severo è stato consegnato in una dichiarazione firmata dai leader dei quattro tornei del Grande Slam: Gilles Moretton, il nuovo presidente della Federazione francese di tennis; Mike McNulty, il nuovo capo della United States Tennis Association; Jayne Hrdlicka, capo del Tennis Australia; e Ian Hewitt, presidente dell’All England Club, che gestisce Wimbledon.

I leader degli eventi del Grande Slam hanno anche sottolineato che ripetute violazioni da parte di Osaka potrebbero portare a “multe più consistenti e future sospensioni del Grande Slam”.

Osaka, quattro volte campionessa di singolare major che è una delle più grandi star dello sport, deve ora scegliere. Prima dell’inizio degli Open di Francia, ha annunciato che non avrebbe fatto “nessuna stampa” durante il torneo, citando la necessità di preservare la sua “salute mentale” evitando domande ripetitive e potenzialmente negative da parte dei giornalisti.

Ma se l’intento era quello di limitare le distrazioni e trovare la calma interiore, ora deve affrontare una preoccupazione potenzialmente più grande a Parigi se continua ad astenersi dalle conferenze stampa.

I leader del Grande Slam hanno espresso frustrazione per la mancanza di impegno di Osaka con i funzionari del tennis, spiegando nella loro dichiarazione che il team di gestione dell’Open di Francia aveva “cercato senza successo di parlare con lei per verificare il suo benessere, capire le specifiche del suo problema e cosa potrebbe essere fatto per affrontarlo in loco. “

I leader del Grande Slam hanno dichiarato di aver scritto insieme a Osaka per ricordarle i suoi obblighi e le conseguenze che ha dovuto affrontare per non aver rispettato le regole. I leader hanno anche sottolineato l’importanza della parità di trattamento.

“Vogliamo sottolineare che esistono regole per garantire che tutti i giocatori siano trattati esattamente allo stesso modo, indipendentemente dalla loro statura, convinzioni o risultati”, afferma la nota. Come sport non c’è niente di più importante che assicurarsi che nessun giocatore abbia un vantaggio sleale su un altro, cosa che purtroppo accade in questa situazione se un giocatore si rifiuta di dedicare tempo a partecipare agli impegni mediatici mentre gli altri tutti onorano i propri impegni.

Giocatori di spicco come Andre Agassi, Venus Williams e Novak Djokovic hanno saltato le conferenze stampa dopo le sconfitte e sono stati multati. Ma questa è la prima volta che una top player ha chiarito in anticipo che non aveva intenzione di parlare con i media durante un torneo del Grande Slam.

Osaka, che ha sede negli Stati Uniti e rappresenta il Giappone, è il l’atleta donna più pagata al mondo, con la maggior parte dei suoi guadagni provenienti da sponsorizzazioni. Ha alzato il suo profilo non semplicemente vincendo titoli importanti, ma sostenendo la giustizia sociale; indossava maschere che onoravano le vittime nere di violenza, compresa la violenza della polizia, dopo le partite degli United States Open dello scorso anno.

Ha avuto, in generale, un rapporto positivo con i media. Ma nel suo annuncio sui social media prima degli Open di Francia, ha detto: “Ho spesso sentito che le persone non hanno riguardo per la salute mentale degli atleti, e questo suona molto vero ogni volta che vedo una conferenza stampa o partecipo a una”.

Osaka, la cui decisione ha colto di sorpresa alcuni membri del suo stesso team di supporto, non ha detto se stava vivendo uno specifico problema di salute mentale, ma ha chiarito nel suo post sui social media che sentiva fortemente di prendere una posizione. “Se le organizzazioni pensano di poter continuare a dire ‘fai stampa o verrai multato’ e continuano a ignorare la salute mentale degli atleti che sono il fulcro della loro cooperazione, allora devo solo ridere.”

La dirigenza del Grande Slam ha sottolineato l’importanza della salute mentale dei giocatori domenica, dicendo che era “della massima importanza”.

“Abbiamo individualmente e collettivamente risorse significative dedicate al benessere dei giocatori”, afferma la dichiarazione. “Per continuare a migliorare, tuttavia, abbiamo bisogno del coinvolgimento dei giocatori per capire il loro punto di vista e trovare modi per migliorare le loro esperienze”.

Nessun protagonista ha ancora espresso pubblicamente il desiderio di seguire l’esempio di Osaka saltando le conferenze stampa. Le più grandi star della generazione precedente – Roger Federer, Rafael Nadal, Djokovic e Serena Williams – hanno risposto regolarmente alle domande dopo ogni partita.

C’è preoccupazione tra i leader del tennis che Osaka possa costituire un precedente in un momento in cui i social media hanno offerto alle stelle un’ampia piattaforma per raggiungere direttamente il pubblico. Ma i leader del Grande Slam hanno sottolineato che i media hanno ancora svolto un ruolo importante.

“Un elemento fondamentale dei regolamenti del Grande Slam è la responsabilità dei giocatori di interagire con i media, qualunque sia il risultato della loro partita, una responsabilità che i giocatori si assumono a beneficio dello sport, dei tifosi e per se stessi”, ha affermato la loro dichiarazione. . “Queste interazioni consentono sia ai giocatori che ai media di condividere la loro prospettiva e ai giocatori di raccontare la loro storia. L’agevolazione dei media su un’ampia gamma di canali, sia tradizionali che digitali, è un importante contributo allo sviluppo e alla crescita del nostro sport e della base di fan dei singoli giocatori”.

Osaka non è rimasta in silenzio dopo la sua vittoria per 6-4, 7-6 (4) su Tig sul campo principale Philippe Chatrier di domenica. Ha risposto a tre domande dell’intervistatore in campo, Fabrice Santoro, dopo la partita e ad alcune altre domande all’uscita dal campo di Wowow, l’emittente giapponese con cui è sotto contratto.

Ma ha rifiutato tutte le altre richieste televisive e ha saltato la conferenza stampa. Essendo l’atleta donna più pagata, può permettersi la multa di $ 15.000 e altre multe che potrebbero venire a suo favore. La domanda più grande è se vuole rischiare di mettere a repentaglio la sua partecipazione agli Open di Francia. Ha lottato sulla terra battuta e non ha mai superato il terzo turno a Parigi, ma il torneo rimane uno dei pilastri di questo sport.

La prossima occasione per aumentare o allentare la tensione arriva nel secondo turno mercoledì contro la rumena Ana Bogdan.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *