Il Texas si avvicina all’approvazione di una legislazione restrittiva sul voto | Notizie sulle elezioni


Il gruppo statunitense per i diritti civili afferma che la legislazione renderà “più difficile e più spaventoso votare”, soprattutto per le persone di colore.

Lo stato americano del Texas si è avvicinato all’approvazione di un controverso disegno di legge sulle restrizioni al voto che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva precedentemente denunciato come “parte di un assalto alla democrazia” che danneggerebbe in modo sproporzionato i neri e altre persone di colore.

La legislazione, che il governatore repubblicano del Texas Greg Abbott ha detto che intende firmare se approvata, eliminerebbe il voto drive-through, autorizzerebbe gli osservatori partigiani dei sondaggi e limiterebbe il voto la domenica, quando molti fedeli neri si recano alle urne, tra le altre restrizioni.

Il Senato del Texas ha approvato il disegno di legge con una votazione 18-13 poco dopo le 6:00 ora locale (11:00 GMT) di domenica dopo un dibattito notturno, ha riferito il New York Times, e la Camera dovrebbe adottare la misura nel corso della giornata . La sessione legislativa scadrà a mezzanotte.

I gruppi per i diritti civili hanno criticato la legislazione – formalmente nota come Senate Bill 7, o SB7 – come un attacco ai diritti di voto.

“Il disegno di legge renderà molto più difficile e spaventoso votare, in uno stato che è già il posto più difficile per votare nel paese”, ha twittato sabato l’American Civil Liberties Union (ACLU) del Texas.

Il disegno di legge è uno dei numerosi atti legislativi spinti dai legislatori repubblicani negli Stati Uniti per limitare il voto all’indomani delle elezioni presidenziali del 2020, che l’ex presidente Donald Trump ha falsamente affermato essere stato guastato da diffusi brogli elettorali.

In una dichiarazione di sabato pomeriggio, Biden ha affermato che il disegno di legge è “sbagliato e non americano”.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che il disegno di legge del Texas è “sbagliato e non americano” [File: Adrees Latif/Reuters]

“Fa parte di un assalto alla democrazia che abbiamo visto troppo spesso quest’anno – e spesso prendendo di mira in modo sproporzionato gli americani neri e bruni”, ha detto il presidente degli Stati Uniti.

Il presidente della sezione del Texas della National Association for the Advancement of Colored People (NAACP), Gary Bledsoe, ha sottolineato domenica che “questa legge per riportarci al tempo di Jim Crow si sta verificando nell’anniversario del Black Wall Street Massacro”.

Un massacro razziale a Tulsa, in Oklahoma, iniziato il 31 maggio 1921, lasciò la fiorente comunità nera della città in rovina mentre una folla bianca bruciava edifici e uccideva circa 300 persone.

“Le nostre voci devono essere ascoltate oggi e sempre”, ha detto Bledsoe in una nota.

Il disegno di legge del Texas impedirebbe ai texani di utilizzare i seggi elettorali 24 ore su 24 o di votare nei seggi elettorali drive-through situati nei parcheggi e nei garage. Inoltre vieterebbe l’utilizzo di unità mobili o strutture temporanee come seggi elettorali.

La legislazione pone anche nuovi requisiti ai texani che vogliono votare per posta e impedirebbe ai funzionari elettorali di inviare domande di voto per corrispondenza agli elettori. Inoltre, renderebbe più difficile la rimozione di osservatori di sondaggi dirompenti.

Negli ultimi mesi anche Florida, Georgia e Arizona hanno approvato nuove restrizioni al voto.

Il Brennan Center for Justice della New York University, che tiene traccia della legislazione sul voto in tutto il paese, ha affermato che almeno 14 stati in tutto il paese hanno emanato 22 leggi che limitano l’accesso al voto tra il 1 gennaio e il 14 maggio di quest’anno, mentre altre dozzine stavano lavorando. attraverso le legislazioni statali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *