Il rover Curiosity della NASA ha catturato immagini incredibili di nuvole su Marte

Il rover Curiosity della NASA ha catturato immagini di nuvole su Marte, come descritto nel suo post sul blog: “soffici ciuffi pieni di cristalli di ghiaccio che diffondono la luce del sole al tramonto, alcuni dei quali scintillanti di colore.”

Secondo la NASA le nuvole sono rare nella sottile atmosfera di Marte, ma di solito si formano al suo equatore durante il periodo più freddo dell’anno. Gli scienziati hanno notato che l’anno scorso – due anni fa nel tempo terrestre – c’erano nuvole che iniziavano a formarsi prima del previsto, quindi quest’anno erano pronte.


Una gif di nuvole alla deriva sopra il Monte Sharp su Marte, scattata dal rover Curiosity della NASA il 19 marzo.
NASA/JPL-Caltech/MSSS

Le immagini non sono solo sbalorditive, hanno fornito nuove intuizioni al team Curiosity della NASA. Le prime nuvole si trovano ad altitudini più elevate rispetto alla maggior parte delle nuvole marziane, che in genere si aggirano a circa 37 miglia sopra la superficie del pianeta e sono costituite da ghiaccio d’acqua. Le nuvole ad alta quota sono probabilmente fatte di anidride carbonica congelata o ghiaccio secco, afferma la NASA.

Curiosity ha fornito immagini sia in bianco e nero che a colori: le foto in bianco e nero mostrano più chiaramente i dettagli increspati delle nuvole.


Curiosity ha scattato queste immagini delle nuvole su Marte subito dopo il tramonto del 31 marzo.
NASA/JPL-Caltech/MSSS

Ma sono le foto a colori scattate dalla fotocamera dell’albero del rover e unite da più immagini che sono davvero mozzafiato. La NASA li descrive:

Visti subito dopo il tramonto, i loro cristalli di ghiaccio catturano la luce sbiadita, facendoli sembrare risplendere contro il cielo che si oscura. Queste nuvole crepuscolari, note anche come nuvole “nottilucenti” (dal latino “notte splendente”), diventano più luminose quando si riempiono di cristalli, quindi si scuriscono quando la posizione del Sole nel cielo scende al di sotto della loro altitudine. Questo è solo un indizio utile che gli scienziati usano per determinare quanto sono alti.

Curiosity ha anche catturato immagini di nuvole iridescenti di “madreperla”, con colori pastello ovunque. Mark Lemmon, uno scienziato atmosferico dello Space Science Institute di Boulder, in Colorado, ha affermato nel post della NASA che quei colori provengono da particelle di nuvole di dimensioni quasi identiche. “Di solito accade subito dopo che le nuvole si sono formate e sono cresciute tutte allo stesso ritmo”, ha spiegato.

Il rover Curiosity della NASA ha individuato queste nuvole iridescenti, o “madreperla”, il 5 marzo, il 3.048° giorno marziano, o sol, della sua missione.
NASA/JPL-Caltech/MSSS

Lemmon ha detto che si meraviglia dei colori che appaiono in queste nuvole; rossi e verdi e blu e viola. “È davvero bello vedere qualcosa che brilla con un sacco di colori su Marte.”

Molto bello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *