Naomi Osaka dice che non parlerà ai giornalisti agli Open di Francia


Naomi Osaka, la quattro volte campionessa di singolo del Grande Slam, ha annunciato mercoledì che non terrà alcuna conferenza stampa agli Open di Francia perché ha detto che troppo spesso possono essere dannose per la salute mentale dei giocatori di tennis.

Osaka, 23 anni, è una delle più grandi star del gioco. Ha fatto l’annuncio su Instagram quattro giorni prima dell’inizio del secondo Grande Slam dell’anno.

Osaka ha detto di aver visto troppi giocatori crollare durante le conferenze stampa e lasciare il palco in lacrime. Ha detto che il processo le è sembrato come “prendere a calci una persona mentre è a terra”.

“Se le organizzazioni pensano di poter continuare a dire” fai la stampa o sarai multato “e continuano a ignorare la salute mentale degli atleti che sono il fulcro della loro cooperazione, allora devo solo ridere”, ha scritto Osaka. Ha detto che avrebbe accettato eventuali multe imposte contro di lei per aver saltato le conferenze stampa e ha chiesto che i fondi fossero donati a un ente di beneficenza dedicato alla salute mentale.

I portavoce del WTA, del tour di tennis professionistico femminile e dell’Open di Francia non sono stati immediatamente disponibili per un commento.

Osaka ha creato un file stimato $ 55 milioni l’anno scorso in premi in denaro e sponsorizzazioni.

Non è certo la prima atleta a rifiutarsi di parlare con la stampa. Marshawn Lynch della NFL si rifiutava spesso di parlare con i giornalisti quando era una star che correva con i Seattle Seahawks. È noto che si è seduto davanti ai microfoni e si è rifiutato di porre domande prima del Super Bowl dopo la stagione regolare 2014. Ha raccolto decine di migliaia di dollari di multe durante i playoff di quell’anno.

Ted Williams, il giocatore di baseball della Hall of Fame che ha giocato tutta la sua carriera con i Red Sox, ha avuto anche un gelido rapporto con i media di Boston e non ha concesso interviste per lunghi periodi.

Mentre alcuni tornei di tennis hanno regole diverse, in generale i giocatori devono presentarsi a una conferenza stampa post partita a un evento del Grande Slam se un giornalista richiede la loro presenza, sia che vinca o che perda. Le multe per il rifiuto spesso sono poco più di qualche migliaio di dollari. Nel 2015, Venus Williams è stata multata di $ 3.000 per aver saltato una conferenza stampa dopo una sconfitta agli Open di Francia. Lei e sua sorella, Serena, sono state multate di $ 4.000 ciascuna nel 2010 per aver saltato una conferenza stampa a Wimbledon.

L’Open di Francia si svolge sulla terra battuta, considerata la peggiore superficie di Osaka. Non ci si aspetta che vinca il torneo e potrebbe essere turbata in un primo turno. Non ha mai superato il terzo round a Parigi.

Partecipare a una conferenza stampa, indipendentemente dall’esito di una partita, è considerato un obbligo che i giocatori di tennis adempiono per promuovere il loro sport, che negli ultimi anni ha lottato per mantenere la copertura in alcuni mercati a causa del taglio dei budget delle organizzazioni di stampa.

Billie Jean King, la giocatrice della Hall of Fame che ha contribuito a creare il pro tour femminile, ha parlato di visitare i redattori sportivi nei mercati in cui ha giocato per implorarli di inviare giornalisti sportivi per coprire le partite durante i primi anni del tour e l’importanza dei giocatori parlare con la stampa per promuovere lo sport.

“Mi piacciono gli scrittori”, ha detto King durante una recente intervista. “Avere sempre.”

L’annuncio di Osaka arriva tre mesi dopo che Serena Williams ha lasciato una conferenza stampa in lacrime a seguito di una sconfitta agli Australian Open. La Williams ha lasciato il podio a seguito di una domanda innocua di una giornalista di tennis australiana veterana sul suo livello di gioco e sui suoi errori non forzati dopo una sconfitta in semifinale contro l’Osaka, che in seguito ha vinto il torneo.

“Non lo so. Ho finito,” Disse Williams prima di lasciare bruscamente la stanza.

Non è chiaro se Osaka si rifiuterà anche di fare interviste televisive sul campo dopo le sue partite. Quelle interviste sono diventate un punto fermo del gioco del Grande Slam e generalmente non sono conflittuali. Tranne che nelle finali, solo il vincitore della partita viene intervistato per la televisione sul campo.

La domanda ora è se qualche giocatore seguirà l’esempio di Osaka e se i funzionari del tennis accederanno alle sue pressioni e cambieranno i requisiti.

Osaka è uno dei giocatori più influenti al mondo. L’anno scorso, i funzionari del tennis hanno sospeso il gioco al Western & Southern Open, una messa a punto degli Open degli Stati Uniti, dopo che Osaka ha annunciato che avrebbe annullato la sua semifinale per attirare l’attenzione sulla questione della violenza della polizia contro i neri in seguito alla sparatoria di Jacob Blake a Kenosha , Wis.

La sospensione del gioco, una mossa che diversi sport hanno intrapreso mentre gli atleti minacciavano un boicottaggio, ha permesso a Osaka di rimanere nel torneo. Ha vinto la semifinale posticipata e poi ha perso la finale a causa di un infortunio.

Giorni dopo, iniziò la sua trionfante ricerca per vincere il suo secondo campionato US Open. Andava in tribunale per ogni incontro indossando una maschera con il nome di una persona di colore diversa che era stata vittima di violenza razzista.

In generale, Osaka ha un rapporto cordiale con la stampa, anche se tiene a distanza i giornalisti, specialmente quelli che non conosce, e raramente concede interviste, anche alle più grandi testate giornalistiche, sebbene sia diventata un punto fermo delle copertine delle riviste di moda. Ha detto che la sua decisione di saltare le conferenze stampa non è stata un attacco personale agli Open di Francia o alla manciata di giornalisti che l’hanno intervistata sin dalla sua giovinezza, “quindi ho un rapporto amichevole con la maggior parte di loro”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *