Betnijah Laney è la minaccia del punteggio di cui ha bisogno la libertà


Gli atleti generalmente migliorano su traiettorie abbastanza prevedibili. Un giocatore di ruolo all’età di 24 anni potrebbe avere qualche vantaggio, ma probabilmente non diventerà improvvisamente una superstar a 26 anni.

Allora cosa è successo con Betnijah Laney of the Liberty?

Dopo una buona carriera universitaria alla Rutgers, Laney, una guardia di 6 piedi, è stata presa nel secondo turno del draft WNBA 2015 dal Chicago Sky e presto si è stabilita in un ruolo di specialista difensivo dalla panchina. La sua seconda stagione è stata deragliata da un infortunio al legamento crociato anteriore. Ha avuto una stagione in panchina per il Connecticut Sun e poi una stagione da titolare a 5 punti a partita per l’Indiana Fever.

Sembrava essersi affermata come un’utile donna di viaggio, ma difficilmente una giocatrice in franchising.

C’erano indizi che il talento offensivo fosse lì. In un periodo con il Perth Lynx in Australia, ha segnato una media di 15,2 punti a partita. Con Elitzur Holon in Israele, ha segnato 19,4 punti di media a partita. Ma è stato facile cancellare i numeri dato il livello più basso di talento in quei campionati.

Poi è arrivata ad Atlanta.

Certamente, nessuno si aspettava un creatore di differenze offensive. “Ci darà dimensioni e versatilità all’estremità difensiva del campo”, Nicki Collen, l’allenatore dell’epoca, ha detto al sito web del team. “Aiuterà anche a creare ritmo e possedimenti extra in attacco, poiché è implacabile sul vetro.”

L’esplosione offensiva che ha portato al Sogno nel 2020 è stata sbalorditiva. Ha iniziato a sparare più del doppio delle volte che aveva, il che sarebbe una ricetta per il disastro per la maggior parte dei giocatori. Invece, è migliorata drasticamente. Pur non cedendo sulla difensiva, ha mostrato una ritrovata capacità di creare il proprio colpo e affondarlo. Le sue percentuali di tiro sono aumentate, a .507 da .388 su 2 punte, a .405 da .303 a 3 punte e a .827 da .581 su tiri liberi.

“Stavo solo parlando con lei dopo gli allenamenti e ho detto: ‘Sai il rapporto di scouting su di te è che non puoi sparare, giusto? Sai che è negli scout di tutti? “” Collen ha detto The Athletic.

Alcuni dei miglioramenti sono venuti semplicemente dall’opportunità mentre il Sogno ha scatenato Laney improvvisamente produttivo. Ma l’opportunità da sola non porta a un tale miglioramento del tiro o porta automaticamente a vincere il premio del giocatore più migliorato del campionato, cosa che ha fatto in quella stagione.

Laney era un free agent alla conclusione del 2020 e il Liberty ha vinto la gara per ingaggiarla. C’era il pericolo, ovviamente, che la sua stagione con Atlanta si sarebbe rivelata un colpo di fortuna e che la Liberty avrebbe commesso l’errore di acquistare ai vertici del mercato.

Laney, 27 anni, sembra invece essere diventato ancora migliore.

In sei partite, le sue percentuali di tiro da 2 e 3 punti sono nuovamente aumentate, anche se sta tirando ancora più spesso. Sua percentuale di utilizzo – la percentuale di spettacoli in cui è l’attore principale offensivo, che nella sua precedente incarnazione era di circa 15, è salita a 23,5 ad Atlanta e 28,3 quest’anno. Questo la rende una parte ancora più importante del reato per la Libertà rispetto alla tanto annunciata debuttante Sabrina Ionescu.

Laney ha segnato 20 o più punti nelle prime sei partite della sua squadra, il primo giocatore di Liberty a raggiungerlo. (Il record WNBA per un tale inizio di stagione è di nove partite, detenuto da Cynthia Cooper degli Houston Comets del 1999). Sul piano difensivo, è una delle ragioni principali per cui i Liberty hanno tagliato il loro punti degli avversari per 100 possedimenti a 99,2, da 105,9 della scorsa stagione.

Combina quel gioco stellare con il ritorno di Ionescu, che ha perso quasi tutta la sua stagione da rookie con un infortunio, e la Liberty è legata al Connecticut Sun al miglior 5-1 del campionato, sulla strada per la loro migliore stagione almeno quattro anni. Qualunque cosa accada, hanno già superato l’orribile record di 2-20 dello scorso anno, la seconda peggior stagione nella storia del campionato.

Laney quasi sempre devia parlare del suo straordinario miglioramento, concentrando l’attenzione sui suoi compagni di squadra e allenatori. “È sempre la prima vittoria per me”, ha detto lunedì dopo uno sforzo di 26 punti nella vittoria per 88-81 del Liberty sui Dallas Wings a Brooklyn. “Ovviamente, sono una parte della minaccia di segnare, ma non esco mai e dico, OK, ho bisogno di ottenere questa quantità di punti.”

Comunque sia, ci sono tutte le ragioni per pensare che i punti, e la vittoria della Liberty, continueranno ad arrivare, per tutta la stagione regolare e oltre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *