San Jose approva il gigantesco e controverso nuovo campus del centro di Google

Dopo averlo proposto per la prima volta nel 2017, Google ha ricevuto l’approvazione unanime del Consiglio comunale di San Jose per andare avanti con il suo Sviluppo Downtown West Piano, CNBC rapporti. L’azienda e la città hanno raggiunto un accordo per lo sviluppo di circa 80 acri di terreno nel centro di San Jose, in California, che fungerà anche da spazio residenziale, commerciale e aperto a uso misto per i dipendenti di Google e i residenti della città.

Secondo l’accordo di sviluppo proposto (PDF), Google costruirà 7,3 milioni di piedi quadrati di spazi per uffici e 4.000 unità abitative, 1.000 delle quali vengono esplicitamente accantonate come alloggi a prezzi accessibili. Oltre a 50.000 piedi quadrati dedicati alla vendita al dettaglio e allo spazio culturale, l’azienda prevede anche di costruire camere d’albergo e “residenze a breve termine” per gli ospiti aziendali in visita. Google ha dettagliato alcuni di questi piani come rendering alla fine del 2020, ma questa è solo una parte della sua espansione immobiliare sulla costa occidentale. L’azienda nuovi sviluppi futuristici a Mountain View e Sunnyvale sono già in costruzione, ed è in corso anche un enorme spazio per uffici a New York in Hudson Square.

Immagine: Google (Youtube)

La costruzione di Downtown West potrebbe iniziare già il prossimo anno, ma potrebbe richiedere dai 10 ai 30 anni per essere completata. La tempistica dell’approvazione del progetto è complicata da come la pandemia ha influenzato il pensiero generale dell’azienda sul lavoro. Il CEO Sundar Pichai ha recentemente annunciato una nuova politica di lavoro flessibile per la vita post-pandemia che prevede che il 60% dei dipendenti di Google trascorra solo tre giorni in ufficio, con circa il 20% del personale dell’azienda che lavora completamente a distanza da casa. Sembra ragionevole chiedersi se una drammatica espansione dello spazio ufficio abbia senso se Google prevede di utilizzarne meno che mai.

C’è anche la questione di quanto gli alloggi a prezzi accessibili proposti da Google aiuteranno effettivamente. La società ha impegnato 1 miliardo di dollari nel 2019 per risolvere il problema degli alloggi in California che ha avuto un ruolo nella creazione, ma il prezzo rimane sempre una preoccupazione. San Jose, come ampie zone della California, non è esattamente un posto economico in cui vivere. L’anno scorso, la città è stata valutata la città più difficile degli Stati Uniti per acquistare una casa, con un prezzo medio di casa di $ 1,1 milioni. La situazione è altrettanto negativa per gli affittuari.

Nel 2019, il National Low Income Housing Coalition (NLHIC) ha scoperto che San Jose era anche gravemente carente di alloggi a prezzi accessibili. Per le 57.375 famiglie in affitto conteggiate dall’NLIHC, c’erano anche solo 16.825 case in affitto a prezzi accessibili e disponibili. Con questi numeri in mente, l’aggiunta di Google di 1.000 case a prezzi accessibili sembra minore.

Attivisti e residenti di San Jose hanno organizzato proteste alla prima riunione del Consiglio per discutere della vendita del terreno a Google nel 2018. La loro preoccupazione principale era che lo sviluppo di Google potesse far scontare gli attuali inquilini nella zona. La squadra di hockey dei San Jose Sharks ha anche minacciato di citare in giudizio Google e la città di San Jose se non fosse stato garantito il parcheggio per la SAP Arena della porta accanto. Google alla fine ha accettato di 2.850 posti auto e ha offerto al team l’approvazione finale su altre modifiche all’infrastruttura, secondo Il San Jose Mercury News.

Google ha fatto concessioni e adeguamenti lungo la strada per l’approvazione, e almeno afferma di volere che Downtown West faccia parte di San Jose, piuttosto che solo un’estensione del suo campus. Il modo in cui ciò alla fine si risolverà dipenderà da come lo sviluppo influirà sui più vulnerabili di San Jose, piuttosto che sui lavoratori di Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *