Uomo palestinese ucciso da un’unità sotto copertura israeliana in Cisgiordania | Notizie sul conflitto israelo-palestinese


Ahmad Fahd del campo profughi di al-Amari è stato colpito da un colpo di pistola da un’unità israeliana e lasciato dissanguato, dicono testimoni palestinesi.

Un uomo palestinese è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dalle forze israeliane sotto copertura martedì nella città di Ramallah occupata in Cisgiordania, poche ore prima che il Segretario di Stato americano Antony Blinken arrivasse nel paese per i colloqui.

Ahmad Jamil Fahd, del campo profughi di al-Amari, è stato colpito dall’unità di Musta’ribeen nell’area di Umm al-Sharayit, hanno detto testimoni palestinesi, ed è stato lasciato dissanguato prima che arrivasse un’ambulanza.

L’unità sotto copertura è composta da israeliani che sono travestiti da palestinesi e spesso conducono raid per arrestare o uccidere.

Secondo un portavoce del ministero della Sanità palestinese, Fahd è stato colpito più volte a distanza ravvicinata.

L’uccisione è avvenuta lo stesso giorno in cui Blinken, che ha detto che il suo viaggio era per sostenere “gli sforzi per consolidare un cessate il fuoco”, ha incontrato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu a Gerusalemme. È programmato per incontrare il presidente palestinese Mahmoud Abbas nel corso della giornata.

Un funzionario della sicurezza israeliana ha detto all’agenzia di stampa AFP durante i “tentati arresti” di “attivisti terroristici a Ramallah una delle persone che aiutavano gli attivisti è stata uccisa dalla polizia di frontiera”.

Traduzione: Parte del funerale di Ahmad Jamil nel campo di al-Amari, ucciso all’alba dalle forze speciali israeliane nel quartiere di Umm al-Sharayit.

Tuttavia, un funzionario del movimento di Fatah nel campo profughi di al-Amari ha detto ai media palestinesi locali che Fahd non era ricercato dagli israeliani.

Amin Abu Radaha ha detto che Fahd, un ex prigioniero in una prigione israeliana, si trovava nel quartiere di Umm al-Sharayit con i suoi amici e ha lasciato la sua macchina per 20 minuti per comprare i dolci knafeh.

“Non appena è tornato alla macchina, le forze israeliane sotto copertura gli hanno sparato e lo hanno lasciato sanguinante fino al martirio”, ha detto Abu Radaha.

Il funzionario ha aggiunto che l’unità israeliana stava cercando gli zii di Fahd, ricercati dall’agenzia di intelligence interna israeliana, lo Shin Bet.

Khalil Rizk, un rappresentante della famiglia, ha detto che le forze israeliane hanno commesso un crimine e giustiziato Fahd.

“In tempi recenti, l’occupazione israeliana ha intensificato le sue politiche di esecuzione contro i giovani palestinesi con l’accusa di inseguire persone ricercate”, ha detto Rizk alla rete al-Quds.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *