Phil Mickelson è in testa al campionato PGA dopo il terzo round


ISOLA DI KIAWAH, SC – Consapevole di mantenere la sua concentrazione mentre invecchia, Phil Mickelson ha iniziato a meditare nel suo tempo libero. Nella terza prova del campionato PGA di sabato, ha chiaramente portato il suo nuovo diversivo al posto di lavoro, fermandosi per lunghi momenti contemplativi, di tanto in tanto con gli occhi chiusi, mentre si preparava a eseguire un tiro.

Sabato, per 11 buche, il risultato è stato un vantaggio di cinque colpi.

Ma la tranquilla passeggiata di Mickelson intorno al pericoloso Ocean Course a Kiawah Island si sarebbe trasformata in circa un’ora di caos, quando sembrava che fosse sul punto di uscire dal torneo.

Mickelson ha trovato la pace interiore – o ha fatto affidamento su quasi 30 anni di prestazioni al top – per raddrizzare la nave al momento giusto, radunandosi con cinque par di chiusura per prendere un colpo di vantaggio su Brooks Koepka nell’ultimo round di domenica. Koepka aveva brevemente legato Mickelson in cima alla classifica, ma ha chiuso la buca 18 mentre Mickelson stava chiudendo con calma la sua giornata.

Se Mickelson, che compirà 51 anni il mese prossimo, manterrà quel vantaggio nel round finale, diventerà il giocatore più anziano a vincere un campionato importante, prendendo il record da Julius Boros, che aveva 48 anni quando vinse il campionato PGA del 1968. Una vittoria di domenica sarebbe la sesta vittoria principale di Mickelson, qualcosa che solo 13 giocatori di golf di altri uomini hanno ottenuto.

“Domani, voglio solo rimanere abbastanza calmo e abbastanza concentrato e visualizzare ogni scatto, e se posso farlo posso avere la performance che voglio”, ha detto Mickelson dopo aver girato un 70 sotto il par di due che lo ha lasciato sette sotto par per il campionato. “È una grande opportunità.”

Mickelson ha accusato una perdita di concentrazione per i suoi passi falsi nella 12a e 13a buca di sabato, che gli sono costati tre colpi e quasi gli hanno fatto deragliare il round.

“Sono scivolato su un paio di colpi, ma ho visto molti progressi mentalmente”, ha detto. “È tutto significativamente migliore. Sai, l’obiettivo è solo avere una possibilità domani “.

Mickelson sarà in coppia con Koepka domenica, mentre Louis Oosthuizen, che è solo al terzo posto a cinque under, e Kevin Streelman, a quattro under, sarà il penultimo gruppo dal primo tee.

Sabato, Mickelson è rimasto più volte immobile e pensieroso dietro la sua pallina da golf. Quando finalmente si preparava per il suo prossimo scatto, spesso aveva un sorriso sottile e rilassato sul viso.

Per poco più della prima metà del suo round, la deliberazione assorbita ha portato a risultati spettacolari quando Mickelson ha realizzato cinque buche per prendere un vantaggio di cinque colpi sul campo con otto buche da giocare.

Niente nelle recenti esibizioni di Mickelson avrebbe preannunciato un assalto così riuscito questa settimana al diabolico Ocean Course. Da quando ha mancato il taglio agli United States Open dello scorso anno, il suo miglior risultato è stato un pareggio per il 21 ° posto. È finito fuori dalla top 50 in altri eventi nove volte.

Il mini-crollo di Mickelson di sabato, che includeva un colpo dal tee sotto un carrello da golf appollaiato su una duna di sabbia, è iniziato alla 12a buca par 4, dove ha colpito il suo tee shot in un bunker e ha dovuto scheggiare lateralmente bugia imbarazzante. Dopo che il suo colpo successivo è atterrato a 26 piedi dalla buca, ha dovuto accontentarsi di un bogey da due putt.

Quel lasso di tempo, dopo una serie di pars e birdie – e dopo round subpar di 70 e 69 nella prima metà del torneo – sembrava innervosire Mickelson, nonostante le sue nuove tecniche di rilassamento.

Al 13esimo tee, dopo che il compagno di gioco di Mickelson Oosthuizen ha colpito la sua palla in un ostacolo d’acqua paludoso proprio del buco, Mickelson ha fatto lo stesso. Peggio per Mickelson, ha ritenuto che il suo tee shot avesse attraversato interamente l’ostacolo e quindi ha dovuto re-tee con un colpo di rigore. Mentre il suo colpo successivo rimbalzava in sicurezza nel fairway, contava come il suo terzo colpo e portava a un doppio bogey sei: i primi sei che Mickelson aveva registrato su qualsiasi buca dell’evento.

Mickelson si è ripreso con due par, il che ha offerto un ritorno alla normalità di cui aveva bisogno. Ma poi ha agganciato gravemente il suo tee shot al par-5 16 ° e ha guardato impotente mentre balzava tra le spesse erbe native del campo. La pallina si fermò accanto alla ruota anteriore di un carrello da golf parcheggiato in cima a un tumulo sabbioso.

Il carrello è stato spostato e Mickelson ha preso a pugni, e poi ha trovato il green con il suo terzo colpo. Il suo putt birdie di 12 piedi è stato colpito con troppa forza, però, e mentre ha colpito il buco, ha viaggiato così velocemente che è saltato sopra la tazza e ha sbavato fuori.

Qualche minuto prima, al 16esimo green, Koepka aveva tirato un birdie putt che lo aveva portato in parità per il vantaggio al sette sotto. La sua permanenza al fianco di Mickelson all’inizio fu breve, tuttavia; Koepka ha mancato un par putt di 6 piedi alla diciottesima buca mentre il suo rivale ha parato.

“Mi è sembrata la peggiore prestazione in put che abbia mai avuto”, ha detto Koepka, che ha vinto quattro campionati principali e due campionati PGA, dal 2017. “L’unico modo per vederlo è che non può andare peggio . “

Mentre Koepka si stava dirigendo verso uno spauracchio a 18 anni, Mickelson, alla diciassettesima buca par-3, il punto più intimidatorio del campo, ha perforato un ferro impressionante dal tee a meno di 17 piedi dalla coppa. Si è stabilito per il par quando il suo putt birdie è uscito appena a sinistra della buca, ma nell’ultima buca della giornata, nonostante gli mancasse il green a sinistra, ha quasi scheggiato da 65 piedi. Il suo par di 5 piedi è rotolato intorno al bordo della coppa ma è caduto per il suo par finale.

Mickelson ha aperto il round di sabato tagliando il suo primo tee shot in modo ruvido così spesso il suo caddy, e il fratello, Tim non è riuscito a trovare la palla anche quando si trovava a soli otto piedi di distanza. I fan nelle vicinanze lo hanno sottolineato. Quando in seguito Phil Mickelson arrivò sulla scena e guardò la sua palla, ridacchiò.

Ma dopo una lunga pausa con gli occhi chiusi mentre visualizzava il tiro in arrivo, incunea con successo la palla sul green e stabilì un par. Mickelson ha poi birdiedato la seconda buca par 5 e la terza par 4, dove il suo tee shot si è fermato a 2 piedi dalla buca. Ha aggiunto uccellini sulla sesta buca, dove ha fatto un putt di 16 piedi, e il settimo, dove ha rotolato la palla da 5 piedi.

Un cuneo preciso da 118 yard sulla decima buca ha lasciato a Mickelson un putt di 6 piedi. Stava già camminando per raccoglierlo prima che scomparisse nel buco pochi istanti dopo, per la gioia della galleria ruggente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *