Come evitare quei pop-up di cookie esasperanti

Ormai lo sei utilizzato per l’intrusione costante di cookie pop-up. La domanda è sempre la stessa: “Accetti i cookie da questo sito?” Probabilmente fai clic su Sì e non ci pensi due volte a navigare attraverso le impostazioni labirintiche annidate in menu oscuri.

Ma non deve essere così. Anche se non possiamo biasimarti per non voler immergerti nelle autorizzazioni dei cookie dettagliate e spesso confuse di ogni sito Web, ci sono alcuni passaggi che puoi intraprendere per impedire ai siti Web di rintracciarti e anche eliminare completamente i pop-up.

L’esplosione dei pop-up di consenso sui cookie è iniziata nel 2018 ed è in parte colpa di Regolamento generale sulla protezione dei dati. La modifica aveva lo scopo di rendere più facile per le persone comprendere e controllare il modo in cui vengono monitorati online. In realtà, ha reso Internet ancora più inutilizzabile.

Il modo in cui molti siti Web hanno implementato le notifiche sui cookie non ha aiutato. I modelli scuri inducono le persone a fare clic su Sì, mentre alcuni siti Web sono stati trovati ignorando le scelte delle persone interamente. E molti siti Web si affidano a terze parti per fornire la loro tecnologia di pop-up dei cookie. Il risultato? Confusione. Le tue opzioni per il controllo dei cookie sono raggruppate in categorie bizzarre come “caratteristiche del dispositivo” e “cookie di prestazione”. E, a peggiorare le cose, le autorità di regolamentazione della protezione dei dati hanno fatto poco rendere la situazione migliore.

“I banner per il consenso dei cookie sono uno scherzo”, afferma Sergio Maldonado, cofondatore e CEO della società di sviluppo software PrivacyCloud. “Piuttosto che aiutare le persone a proteggere le loro scelte future, i requisiti per il consenso dei cookie sono estremamente fastidiosi e spesso vanno contro le linee guida per l’accessibilità sui dispositivi mobili, rendendo la vita più difficile alle persone con tutti i tipi di disabilità”.

Allora cosa si può fare? Oltre a spingere per grandi cambiamenti – far rispettare le leggi, migliorare gli avvisi di consenso e ripensare il modo in cui funziona il monitoraggio online – ci sono alcune cose che puoi fare per aiutarti. Ecco alcuni suggerimenti da considerare.

Rifiuta tutti gli avvisi di consenso sui cookie

Midas Nouwens ispeziona da anni i pop-up di consenso sui cookie. L’accademico dei diritti digitali mira a mostrare ai regolatori della protezione dei dati che le notifiche di consenso sui cookie non funzionano. Ma i regolatori non hanno fatto molto al riguardo, quindi alla fine del 2019 Nouwens e i suoi colleghi dell’Università di Aarhus in Danimarca hanno rilasciato Consent-O-Matic. È un’estensione del browser open source (Cromo, Firefox, GitHub) che riempie automaticamente le tue preferenze quando vengono visualizzati i popup dei cookie.

“In realtà invia una risposta di consenso legalmente valida al sito Web, quindi puoi essere abbastanza sicuro (anche se non al 100%) che la risposta che l’estensione ti dà è effettivamente rispettata”, dice Nouwens. Quando le impostazioni dei cookie vengono inviate a un sito Web da Consent-O-Matic, viene visualizzata brevemente una notifica nel browser per informarti che il sistema ha funzionato. “Per principio non raccogliamo alcun tipo di informazione sull’utilizzo”, aggiunge Nouwens.

PrivacyCloud di Maldonado ha creato un’estensione open source simile: Consent Manager (Cromo, Firefox, GitHub). Il sistema rifiuta tutti i cookie dove è possibile e segnala se un sito web non rispetta le tue scelte. “Lo strumento cerca i formati di banner per cookie più comuni e li rimuove”, afferma Maldonado. NinjaCookie fa una cosa simile e rifiuta i cookie per impostazione predefinita. Sebbene non sia open source e abbia un livello premium, ci sono anche estensioni per Chrome, Firefox, Safari, Edge e Opera. Sia PrivacyCloud che NinjaCookie affermano di non raccogliere dati sul tuo comportamento.

Il blocco dei cookie più popolare è ‘Non mi interessano i biscotti, “che esiste dal 2012. Più di 500.000 persone lo utilizzano su Chrome, ma non proteggerà necessariamente la tua privacy nello stesso modo degli esempi precedenti. Il suo scopo è semplicemente eliminare i pop-up e nella maggior parte dei casi blocca o nasconde i cookie pop-up, afferma il creatore Daniel Kladnik. “Fa tutto il possibile per sbarazzarsi dei popup relativi ai cookie, presumendo che gli utenti si proteggano utilizzando altri strumenti, estensioni e impostazioni del browser”, afferma Kladnik.

Disattiva i cookie

I cookie di terze parti stanno morendo. Apple e Firefox hanno in gran parte eliminato la tecnologia di tracciamento nei loro browser e quando Google si sbarazza di loro in Chrome il prossimo anno saranno quasi obsoleti. Ciò non significa che non valga la pena intraprendere azioni contro i cookie utilizzati dai siti Web a livello di browser in questo momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *