Il Marocco vuole indagini sull’arrivo in Spagna del capo del Polisario | Notizie dal Medio Oriente


La decisione della Spagna di ospitare il leader del Fronte Polisario Ghali senza dirlo a Rabat ha messo a dura prova i rapporti tra i due paesi.

Il Marocco ha esortato la Spagna ad aprire un’indagine sulle circostanze dell’arrivo di un leader dell’indipendenza del Sahara occidentale nel paese per cure mediche e di spiegare i suoi risultati a Rabat.

Madrid dovrebbe spiegare “le condizioni, le circostanze e le connivenze che hanno portato all’ingresso fraudolento di questa persona utilizzando documenti falsi e un’identità usurpata”, ha detto sabato il direttore generale del ministero degli Esteri Fouad Yazourh.

La decisione della Spagna di ospitare Brahim Ghali, leader del Fronte del Polisario, senza dirlo a Rabat mentre usa quelli che secondo il Marocco sono documenti di viaggio forniti dall’Algeria e un nome falso, ha fatto arrabbiare Rabat, che considera il Sahara occidentale come parte del Marocco.

Il Fronte Polisario, sostenuto dall’Algeria, cerca l’indipendenza della regione. L’anno scorso, ha detto che stava riprendendo una lotta armata che è stata sospesa da un cessate il fuoco mediato dalle Nazioni Unite nel 1991, anche se ci sono state poche prove di combattimenti.

A dicembre, gli Stati Uniti hanno riconosciuto la rivendicazione del Marocco sul Sahara occidentale in un accordo che includeva anche il rafforzamento dei suoi legami con Israele da parte di Rabat.

Lunedì, il Marocco sembrava allentare i controlli alle frontiere con l’enclave spagnola nordafricana di Ceuta, portando migliaia di persone ad attraversare quello che effettivamente è il suolo europeo.

In seguito Rabat ha incolpato gli attraversamenti del tempo e delle guardie di frontiera stanche, anche se gli analisti hanno detto che sembrava essere collegato alla disputa diplomatica con Madrid.

Ghali deve affrontare una citazione in tribunale in Spagna in un caso per crimini di guerra contro di lui. Tuttavia, l’Alta Corte spagnola ha respinto la richiesta dei ricorrenti nel caso di arrestarlo.

Il Marocco ha richiamato il suo ambasciatore in Spagna per consultazioni questa settimana e venerdì ha detto che le relazioni tra i due paesi peggiorerebbero se Ghali avesse lasciato la Spagna senza un processo.

Ad aprile, il Marocco ha convocato l’ambasciatore spagnolo per esprimere la sua “esasperazione” dopo che Ghali è stato ammesso in Spagna. Il ministero degli Esteri spagnolo ha detto all’epoca che gli era stato permesso di entrare nel Paese per “ragioni strettamente umanitarie”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *