Recensione Apple TV Siri Remote: premendo tutti i pulsanti giusti

È così, così, molto meglio. Ma nel momento in cui Apple ha mostrato il Siri Remote di seconda generazione, era ovvio che questo sarebbe stato un enorme miglioramento rispetto al suo detestato predecessore. È facile capire da che parte è il lato giusto quando lo raggiungi. L’area del touchpad cliccabile che dominava il terzo superiore del telecomando precedente è stata sostituita da un D-pad più intuitivo. Il pulsante Siri è stato spinto sul lato destro del telecomando, quasi garantendo che non attiverai mai involontariamente l’assistente vocale di Apple. E ora c’è un pulsante di accensione appropriato per la tua TV.

L’elenco di tutti questi “aggiornamenti” sul nuovo telecomando Siri da $ 59 mostra davvero quanto sia stato deludente quello vecchio che in qualche modo è durato sei anni sul mercato. Prima di questa grande riprogettazione, il massimo che Apple ha fatto in quel periodo è stato quello di cercare di curare il “da che parte sta?” confusione aggiungendo un bordo bianco attorno a uno dei pulsanti. “Non posso più innovare, culo.”

Ma questo? Questo nuovo telecomando Siri è un ottimo telecomando. Non c’è niente di eccezionale, ma è funzionale, accessibile e indolore da usare. Se usassi queste parole per descrivere il telecomando Siri originale, saresti in minoranza.

È anche molto bello. Apple realizza il telecomando da un guscio in alluminio unibody che è più alto, più pesante e notevolmente più spesso del vecchio clicker Siri. È leggermente più stretto del telecomando nero, ma nel complesso sembra ancora più grande – e questo è positivo. Il precedente telecomando Siri era così sottile che si perdeva facilmente nei punti più profondi del divano. Non vedo che sia un grosso problema con il nuovo hardware più grosso.

Il telecomando Siri è in linea con la rinnovata passione di Apple per i bordi duri. Con il telecomando in mano, non senti mai veramente i bordi sul davanti, ma lo fai sul retro. Il metallo posteriore è curvo, ma c’è ancora un bordo duro su entrambi i lati. Finché non stringi troppo il telecomando, dovrebbe rivelarsi ragionevolmente comodo.

Apple ha aggiunto i pulsanti di accensione e disattivazione dell’audio al nuovo telecomando Siri.

Invece di mettere quello che sostanzialmente equivaleva a un trackpad nella sezione superiore del telecomando, Apple è passata a un pad direzionale molto più tradizionale. All’interno di quel D-pad circolare c’è un pulsante centrale sensibile al tocco che ti consente comunque di scorrere il contenuto o di muoverti in qualsiasi direzione proprio come facevi prima. (E sì, puoi ancora giocare con il sottile movimento delle icone delle app sulla schermata iniziale spostando delicatamente il pollice.) Ma alcune app di streaming non funzionavano perfettamente con quel metodo di input, quindi Apple ora include il molto più preciso D-pad.

Questo metodo di navigazione scegli il tuo preferito – Apple lo chiama il “clickpad con superficie touch” – ha una curva di apprendimento molto breve. Inizialmente, avrei attivato inavvertitamente il touchpad quando volevo solo spostare il dito dal basso verso l’alto o viceversa sul D-pad. Non è durato a lungo, ma se ti crea una seccatura più grande, c’è un’opzione nel menu delle impostazioni del telecomando per assegnare il pulsante centrale a “solo clic”, che dà al D-pad tutti i compiti di navigazione.

Apple ha anche messo a punto un’intelligente funzione di jogwheel che ti consente di far girare un dito attorno all’anello esterno per scorrere i video a velocità maggiori o minori a seconda di quanto velocemente stai sfogliando il cerchio. È un richiamo diretto ai giorni della ghiera cliccabile dell’iPod e fa un ottimo lavoro aiutandoti ad atterrare su un file esatto momento in un video.

Il nuovo clickpad è infinitamente migliore del precedente touchpad.

Il pulsante Siri è ora sul lato, dove è meno probabile che tu lo prema accidentalmente.

Ma devo confessare una cosa: ho passato alcune ore imbarazzanti in cui non riuscivo a capire come farlo funzionare. Alla fine, ho imparato il trucco: dopo aver messo in pausa un video, devi appoggiare il dito sul D-pad per un momento prima di iniziare a girarci intorno. Apparirà un’animazione nella barra di avanzamento (con un puntino che indica dove si trova il dito) per farti sapere che sei in modalità jogwheel. Se metti semplicemente in pausa il video e inizi immediatamente il movimento circolare, non fa la cosa giusta. Non essere come me e ripristina inutilmente le impostazioni di fabbrica della tua Apple TV 4K per questo motivo.

I pulsanti stessi hanno tutti un clic soddisfacente e non si sentono minimamente molli. Il clickpad è più silenzioso quando viene premuto rispetto ai pulsanti sottostanti, che sono significativamente più rumorosi di qualsiasi altro telecomando con cui ho dovuto confrontare, sia per un Roku, Chromecast o altro. Ancora una volta, non è un problema a meno che tu non sia sensibile a quel genere di cose, ma sentirai assolutamente il bilanciere del volume quando alzi una certa scena in un film o in uno spettacolo. Il pulsante Siri sul lato è silenzioso; devi comunque tenerlo premuto ogni volta che esegui un comando vocale.

Potrebbe anche essere necessario superare alcuni problemi di memoria muscolare poiché il pulsante di disattivazione dell’audio è ora dove si trovava la riproduzione / pausa sul vecchio telecomando. Il pulsante “menu” è stato ribattezzato “indietro” ma ha le stesse funzioni di prima, il che significa, nella maggior parte dei casi, la nuova icona ha molto più senso. I pulsanti non sono retroilluminati, ma è abbastanza facile memorizzarli al tatto dopo aver utilizzato il telecomando per un po ‘.

C’è un D-pad circolare con un touchpad al centro.

Ma per quanto sia buono il nuovo Siri Remote, sembra che Apple abbia perso alcune opportunità che francamente sembrano un frutto basso. La cosa più evidente è che non c’è modo di localizzare il telecomando se non riesci a trovarlo. Come ho detto prima, le dimensioni maggiori dovrebbero ridurre il numero di casi in cui il telecomando viene smarrito, ma alcuni Sarebbe stato carino farti avvisare della sua posizione. “Ehi Siri, dov’è il mio telecomando?” sembra una cosa così facile da realizzare, ma quella query vocale non ti farà bene né farà suonare il telecomando. E a differenza degli AirTag introdotti di recente da Apple, non c’è un chip a banda ultra larga nel telecomando per aiutare a individuare la sua posizione in una stanza. Se stai scoprendo che il telecomando passa costantemente a MIA, potresti semplicemente accontentarti di una custodia che combina un AirTag con il telecomando Siri. Ma avere una funzione di localizzazione remota semplice e diretta è un’area in cui Roku batte oggettivamente Apple.

Una lamentela meno impattante è la mancanza di un pulsante di ingresso per passare da una sorgente HDMI all’altra; l’Apple TV diventa automaticamente l’ingresso attivo quando lo accendi o lo riattivi dallo stato di stop. Ma un pulsante di input avrebbe almeno reso la vita più facile alle persone che passavano da un’Apple TV a una Xbox o PlayStation. Di conseguenza, non riesco a chiudere il telecomando della mia TV LG, per quanto vorrei. La maggior parte dei miei dispositivi attira automaticamente l’attenzione della TV quando sono accesi, ma un pulsante è infallibile.

Questo telecomando Siri è sostanzialmente più spesso del precedente.

Spero che non vada a nuotare nei cuscini del divano così spesso.

Posso lamentarmi dell’assenza dei pulsanti, ma posso anche lodare Apple per lo stesso motivo: non ci sono pulsanti di scelta rapida con marchio sul telecomando Siri. Nemmeno Netflix può bloccare il proprio pulsante, mentre sarebbe difficile trovare un’altra scatola di streaming remota senza quel logo da qualche parte.

Il telecomando Siri si carica ancora con il connettore Lightning di Apple, nonostante ora sia abbastanza spesso da ospitare un jack USB-C. L’USB sembra più naturale per questo tipo di scenario, ma cosa ne so? Sono solo un uomo che è entusiasta di avere di nuovo un telecomando affidabile e progettato in modo ragionevole. Apple continuerà a fare cose Apple. Non sono stato in grado di testare il nuovo telecomando con supporti di ricarica di terze parti progettati per quello vecchio, ma non sarei sorpreso se quell’industria raggiungesse il nuovo design nel prossimo futuro.

La scelta giusta è chiara.

Il giroscopio e l’accelerometro del precedente Siri Remote sono storia, quindi non sarai in grado di usarlo per i giochi Apple Arcade che si basano su quei sensori. Ma è improbabile che molte persone ci stessero giocando all’inizio; tvOS ora supporta molti gamepad di terze parti, inclusi i più recenti controller Xbox e PlayStation, se non l’avessi sentito.

In qualunque modo tu lo affetti, il nuovo Siri Remote è una vittoria a tutti i livelli. È inconcepibile che abbiamo sopportato l’ultimo per così tanti anni, ma è giunto il momento. E il telecomando che prende il suo posto è estremamente bravo a fare cose di controllo remoto. Proprio come il modo in cui i MacBook M1 di Apple avrebbero guadagnato punteggi perfetti se avessero avuto webcam competenti, il telecomando Siri flirterebbe con la perfezione se avesse solo un modo per farti trovare facilmente la cosa. O se i pulsanti fossero retroilluminati. La mia recensione della nuova Apple TV 4K arriverà presto, ma se hai già l’ultimo modello, questo è l’unico vero aggiornamento indispensabile.

Fotografia di Chris Welch / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *