Il torneo di tennis di Indian Wells tornerà quest’anno


Il BNP Paribas Open, che è stato il primo grande evento sportivo americano a essere cancellato a causa della pandemia di coronavirus, ha annunciato il suo ritorno giovedì.

Il prestigioso torneo di tennis, organizzato ogni anno a Indian Wells, in California, non si è tenuto nel 2020 ed è stato posticipato quest’anno dalle date fisse di marzo.

Ma dopo lunghe trattative con le numerose parti interessate del tennis professionistico, l’evento si terrà a ottobre. Le date precise non sono state stabilite perché i tour maschili e femminili non sono impostati per finalizzare i loro calendari di fine stagione fino a giugno. Ma Tommy Haas, un ex giocatore che dirige il torneo, ha detto che il BNP Paribas Open sarebbe stato organizzato con un premio in denaro completo. Le cifre per quest’anno non sono state stabilite, ma il premio in denaro del 2020 doveva essere di $ 1,36 milioni per ogni singolo campione.

Molti eventi di tennis hanno ridotto i premi in denaro durante la pandemia a causa della perdita di biglietti e delle entrate delle sponsorizzazioni. Il Miami Open, che si è tenuto a marzo dopo essere stato cancellato nel 2020, ha tagliato i suoi compensi. I campioni single hanno guadagnato $ 1,35 milioni nel 2019 ma solo $ 300.000 nel 2021. I drastici tagli hanno sollevato lamentele da John Isner, il vincitore maschile del 2018, e altri giocatori sulla trasparenza del processo decisionale.

Ma Haas ha affermato che il BNP Paribas Open si è impegnato a mantenere i premi in denaro ai livelli abituali.

“Penso che sia qualcosa di cui i giocatori saranno davvero, davvero felici”, ha detto Haas in una chiamata in videoconferenza giovedì. “È così che dovrebbe essere. Ovviamente hanno attraversato momenti difficili. Il loro programma è stato un po ‘capovolto con restrizioni di viaggio e cercando di essere in una bolla dopo l’altra. Spero che le cose saranno un po ‘più facili a ottobre giocando per il premio in denaro che pensiamo meritino “.

Il BNP Paribas Open, di proprietà del miliardario americano Larry Ellison, è particolarmente popolare tra i giocatori per la sua posizione nel deserto, le ampie strutture e l’atmosfera rilassata. È diventato l’evento di tennis più significativo al di fuori dei quattro tornei del Grande Slam e dei campionati di fine stagione per l’ATP e il WTA.

“Come cittadino tedesco-americano, quest’anno lo chiamerò il mio piccolo Oktoberfest, che sarà fantastico, soprattutto perché Monaco ha già dovuto annullare”, ha detto Haas, riferendosi all’annuale Festival tedesco che non andrà in scena quest’anno.

Il BNP Paribas Open 2020 è stato annullato poco prima del torneo di qualificazione a marzo dopo che un caso di coronavirus è stato rilevato nell’area e nella contea di Riverside, in California, i funzionari della sanità pubblica hanno dichiarato lo stato di emergenza. Molti giocatori, tra cui la stella spagnola Rafael Nadal, erano già sul posto. La decisione è arrivata così rapidamente che molti giocatori e funzionari lo hanno scoperto attraverso i social media.

“Non appena abbiamo cancellato, siamo andati al lavoro il giorno successivo per vedere come avremmo ripristinato”, ha detto Philippe Dore, media e direttore marketing del torneo. “Penso che siamo sulla nostra versione 25 dei budget e di diversi scenari”.

Più di 450.000 spettatori hanno partecipato all’evento nel 2019 e Haas ha affermato di sperare di avere di nuovo un gran numero di fan a ottobre. La California ha allentato le restrizioni legate alla pandemia in alcune contee e lo è puntando a riaprire completamente la propria economia il prossimo mese. I biglietti per il BNP Paribas Open dovrebbero essere messi in vendita il 21 giugno.

“Seguiremo tutte le linee guida”, ha detto Haas. “La sicurezza è ovviamente la massima preoccupazione. Viene prima di tutto e vogliamo assicurarci che tutti siano molto, molto a loro agio “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *