Il principe Harry e il principe William reagiscono al rapporto dell’intervista alla principessa Diana della BBC


I principi William e Harry hanno condannato la BBC e la cultura dei media dopo che un’inchiesta indipendente ha concluso giovedì che l’ex giornalista della BBC Martin Bashir aveva usato mezzi “ingannevoli” per assicurarsi la sua esplosiva intervista del 1995 con la loro defunta madre, la principessa Diana.

La stessa inchiesta ha anche scoperto che la BBC “non ha rispettato i suoi elevati standard di integrità e trasparenza” coprendo le pratiche ingannevoli, che hanno comportato la falsificazione di documenti per suggerire che assistenti vicini a lei stessero parlando alla stampa.

In un video pubblicato sui social media, il principe William (alias il duca di Cambridge) ha detto che la BBC ha giocato sulle paure di sua madre “e ha alimentato [her] paranoia “nei loro sforzi per ottenere l’intervista, in cui Diana alla fine ha criticato la famiglia reale.

“È mia opinione che il modo ingannevole in cui è stata ottenuta l’intervista abbia influenzato in modo sostanziale ciò che ha detto mia madre”, ha detto William. “L’intervista è stata un contributo importante per peggiorare il rapporto dei miei genitori e da allora ha ferito innumerevoli altri”.

Il principe ha detto di provare “una tristezza indescrivibile” nel sapere che “i fallimenti della BBC hanno contribuito in modo significativo alla sua paura, paranoia e isolamento”.

William ha detto che credeva che l’intervista contenesse una “falsa narrazione” e non dovrebbe essere trasmessa di nuovo.

In una dichiarazione separata, il principe Harry ha condannato quella che ha definito una “cultura di sfruttamento e pratiche non etiche” nei media che ha portato alla morte di sua madre – che ha detto è ancora prevalente.

“Nostra madre era una donna incredibile che ha dedicato la sua vita al servizio. Era resiliente, coraggiosa e indiscutibilmente onesta”, ha detto Harry in una dichiarazione giovedì in risposta ai risultati dell’inchiesta. “L’effetto a catena di una cultura di sfruttamento e pratiche non etiche alla fine le ha tolto la vita.

“A coloro che hanno assunto una qualche forma di responsabilità, grazie per averla posseduta. Questo è il primo passo verso la giustizia e la verità”, ha continuato.

“Eppure ciò che mi preoccupa profondamente è che pratiche come queste – e anche peggio – sono ancora diffuse oggi. Allora e ora, è più grande di un punto vendita, di una rete o di una pubblicazione.

“Nostra madre ha perso la vita a causa di questo, e niente è cambiato,” disse Harry. “Proteggendo la sua eredità, proteggiamo tutti e sosteniamo la dignità con cui ha vissuto la sua vita. Ricordiamo chi era e cosa rappresentava”.

Nel suo stesso esplosivo colloquio con Oprah Winfrey all’inizio di quest’anno, Harry ha detto che temeva che i media sarebbero stati responsabili della morte di sua moglie, Meghan, duchessa del Sussex (alias Meghan Markle), dopo che si era suicidata mentre era incinta del figlio Archie a causa del un’intensa e ingiusta copertura mediatica da parte dei tabloid britannici.

“La mia più grande preoccupazione era che la storia si ripetesse”, ha detto disse. “L’ho già detto in numerose occasioni, molto pubblicamente. E quello che stavo vedendo era la storia che si ripeteva, ma più, forse, o decisamente molto più pericoloso, perché poi aggiungi la razza e aggiungi i social media. E quando parlo della storia che si ripete, parlo di mia madre “.

La BBC segnalato Giovedì che il suo direttore generale, Tim Davie, aveva inviato lettere personali di scuse a Harry, William, il principe Carlo e il conte Spencer per l’inganno avvenuto dietro le quinte dell’intervista.

Secondo la nuova inchiesta, i cui risultati sono stati pubblicati giovedì, Bashir ha “ingannato” Earl Spencer con false informazioni per ottenere un’introduzione alla sua sorella reale, che ha poi usato per convincerla ad accettare un colloquio.

Poi, quando queste informazioni sono venute alla luce per la prima volta, la BBC “ha nascosto le indagini sul come [Bashir] assicurato il colloquio e la correttezza dei metodi che ha impiegato “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *