Il principe Harry accusa i reali di negligenza


Chris Jackson / Chris Jackson / Getty Images

Membri della famiglia reale raffigurati sul balcone di Buckingham Palace il 10 luglio 2018

Il principe Harry ha detto a Oprah Winfrey che la sua famiglia ha rifiutato di aiutare con la raffica di media e abusi sui social media diretti a sua moglie, Meghan Markle.

“Pensavo che la mia famiglia sarebbe stata d’aiuto, ma ogni singola domanda, richiesta, avvertimento, qualunque cosa sia, è stata accolta con totale silenzio o totale abbandono”, ha detto il Duca di Sussex in un’intervista per la docuserie di Apple TV Il me che non puoi vedere, che è stato rilasciato venerdì sulla piattaforma di streaming.

“Questo è stato uno dei motivi principali per andarsene”, ha detto, riferendosi alla decisione della coppia di ritirarsi dalla vita reale. “Sentirsi intrappolati e controllati attraverso la paura, sia dai media che dai [royal] sistema stesso, che non ha mai incoraggiato a parlare di questo tipo di trauma. Ma certamente ora, non sarò mai costretto a tacere “.

Ha detto che si è sentito in dovere di allontanare la sua famiglia dalla vita reale dopo che la duchessa del Sussex gli ha detto che si sentiva suicida mentre era incinta di 6 mesi del loro figlio, Archie.

“Poi ho avuto un figlio su cui preferirei concentrarmi esclusivamente, piuttosto che ogni volta che lo guardo negli occhi mi chiedo se mia moglie finirà come mia madre e dovrò occuparmi di lui io stesso ,” Egli ha detto.

Apple TV

Il principe Harry viene intervistato da Oprah Winfrey in Il me che non puoi vedere

L’intervista è iniziata in streaming il giorno dopo che Harry e il fratello, il principe William, hanno devastato la cultura dei media, e la BBC in particolare, per aver contribuito alla morte della madre perseguitandola e predando la sua paranoia.

Harry disse a Oprah che poteva vedere che guardare come Meghan veniva trattata dai media lo riportava a come si sentiva da bambino guardando sua madre inseguita dai paparazzi “ogni singolo giorno fino al giorno in cui morì”.

Ha anche detto che l’avvento delle piattaforme di social media ha aggiunto “una profondità completamente nuova” al costante abuso dei media, così come il fatto che Meghan sia birazziale.

“Mia madre è stata inseguita fino alla morte mentre aveva una relazione con qualcuno che non era bianco [Dodi Al-Fayed]. E ora guarda cosa è successo. Vuoi parlare della storia che si ripete? Non si fermeranno finché lei non morirà ”, ha detto. “È incredibilmente stimolante perdere potenzialmente un’altra donna nella mia vita. Ad esempio, l’elenco sta crescendo. E tutto torna alle stesse persone, allo stesso modello di business, allo stesso settore “.

Apple TV

Il principe William, il principe Harry e la principessa Diana fotografati a Londra il 9 ottobre 1993.

Harry l’ha fatto parlato con forza in passato contro i media britannici – in particolare, gli organi di stampa, compresi i tabloid, che compongono il sistema di stampa ufficiale della famiglia reale, noto come “Royal Rota” – su ciò che ha detto era una copertura parziale, ingiusta e razzista, in particolare di Meghan. Lui e sua moglie hanno anche intrapreso un’azione legale contro i tabloid per violazioni della privacy. (La causa legale di Harry contro i proprietari dei tabloid britannici The Sun, the Mirror e l’ormai defunto News of the World per presunto hacking telefonico è in corso; Meghan ha effettivamente vinto la sua causa contro l’editore del Mail on Sunday e del Daily Mail per stampando una lettera che ha inviato a suo padre separato.)

Immediatamente dopo essersi ritirati dalla vita reale, il team di stampa di Harry e Meghan ha effettivamente tagliato i quattro tabloid della Royal Rota – il Sole, lo Specchio, la Posta e l’Espresso – essenzialmente stabilendo una politica di “nessuna conferma e zero impegno”. Nella loro dichiarazione che annunciava la decisione, pubblicata il 19 aprile 2020, Harry e Meghan hanno affermato che non si sarebbero “offerti come valuta per un’economia di clickbait e distorsione”.

Samir Hussein / WireImage

Il principe Harry, duca di Sussex e Meghan, duchessa di Sussex raffigurati a Londra mentre partecipavano a uno dei loro ultimi impegni come reali lavoratrici il 5 marzo 2020.

Il principe disse a Winfrey che iniziare la terapia dopo aver incontrato Meghan gli aveva fatto capire che “viveva in una bolla all’interno di questa famiglia, all’interno di questa istituzione, ed ero quasi intrappolato in un processo di pensiero o in una mentalità”.

“Quella sensazione di essere intrappolati all’interno della famiglia è che non c’era possibilità di andarsene. Alla fine, quando ho preso quella decisione per la mia famiglia, mi è stato ancora detto:” Non puoi farlo “, ed è come deve andare male finché non mi è permesso di farlo? ‘ Stava per porre fine alla sua vita. Non avrebbe dovuto arrivare a quello “, ha detto.

Harry ha anche specificamente chiamato suo padre, il principe Carlo, per aver cresciuto lui e suo fratello a credere che il costante abuso dei media e il pedaggio che richiede sulla propria salute mentale fosse solo una parte dell’essere un membro della famiglia reale.

Adam Butler – Immagini Pa / Immagini PA tramite Getty Images

La principessa Diana, il principe William e il principe Harry nascondono i loro volti ai fotografi durante una gita sugli sci a Lech, in Austria, il 25 marzo 1995.

“Mio padre mi diceva quando ero più giovane, diceva sia a me che a William, ‘Beh, era così per me, quindi sarà così per te'”, ha detto Harry. non ha senso! Solo perché hai sofferto, ciò non significa che i tuoi figli debbano soffrire. Anzi, al contrario. Se hai sofferto, fai tutto il possibile per assicurarti che qualunque … esperienza negativa che hai avuto, puoi renderla giusta per i tuoi figli “.

“Abbiamo scelto di mettere la nostra salute mentale al primo posto. Questo è quello che stiamo facendo e questo è quello che continueremo a fare”, disse Harry. “Non si tratta solo di interrompere il ciclo? Non si tratta solo di assicurarci che la storia non si ripete? Che qualunque dolore e sofferenza ti sia accaduto che non trasmetti? “

Il principe e Winfrey hanno coprodotto Il me che non puoi vedere e ci lavoriamo dal 2019.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *