Il rover cinese restituisce le prime immagini dalla superficie di Marte | Notizie di scienza e tecnologia


Si prevede che lo Zhurong trascorrerà circa tre mesi sul pianeta per studiarne la superficie del suolo e l’atmosfera.

Pannelli solari contro un paesaggio alieno, rampe e aste che puntano all’orizzonte di Marte: il rover cinese Zhurong ha inviato le sue prime fotografie del Pianeta Rosso dopo il suo atterraggio storico durante il fine settimana.

Il rover è stato trasportato su Marte dalla navicella spaziale senza equipaggio Tianwen-1 sabato, nel primo atterraggio riuscito della sonda da un paese alla sua prima missione sul pianeta.

Studierà il suolo e l’atmosfera della superficie del pianeta e cercherà segni di vita antica.

Mercoledì l’Amministrazione spaziale nazionale cinese ha pubblicato le immagini scattate dalle telecamere attaccate al rover, che hanno mostrato l’attrezzatura per evitare gli ostacoli ei pannelli solari sul veicolo, nonché la trama della superficie del pianeta.

Un’immagine scattata su Marte che mostra la superficie del pianeta dal rover cinese Zhurong [China National Space Administration via Reuters]

“Persone di Internet, le immagini di Marte che stavi aspettando sono qui”, ha detto l’agenzia spaziale in un post sui social media condividendo le immagini.

Zhurong, dal nome di un mitico dio del fuoco cinese, è arrivato pochi mesi dopo l’ultima sonda degli Stati Uniti su Marte – Perseverance – ed è stato celebrato in Cina come una pietra miliare nella sua ascesa allo status di superpotenza spaziale.

Si prevede che trascorreranno circa tre mesi sul pianeta a scattare foto e raccogliere dati geografici.

La Cina ha fatto molta strada nella sua corsa per raggiungere gli Stati Uniti e la Russia, i cui astronauti e cosmonauti hanno decenni di esperienza nell’esplorazione spaziale.

Il mese scorso ha lanciato con successo il primo modulo della sua nuova stazione spaziale.

Uno schermo trasmette un bollettino di notizie dei media statali della CCTV, che mostra un’immagine di Marte scattata dal rover Zhurong [Thomas Peter/Reuters]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *