Il governo del Qatar approva il progetto di legge sulle elezioni del Consiglio della Shura | Notizie sulle elezioni


Il progetto di legge per l’elezione parziale del consiglio consultivo superiore di 45 membri delinea le regole in base alle quali si svolgerà il voto di ottobre.

Il gabinetto del Qatar ha approvato un progetto di legge sulle elezioni del Consiglio della Shura della nazione che sono previste per ottobre, secondo quanto riportato mercoledì dall’agenzia di stampa Qatar (QNA).

Il progetto di legge per l’elezione parziale del consiglio consultivo superiore di 45 membri delinea le regole in base alle quali si svolgerà il voto. Non è ancora chiaro in quale data di ottobre si terranno le elezioni.

Nel novembre dello scorso anno, l’emiro sceicco Tamim bin Hamad Al Thani ha ordinato la formazione di un comitato per organizzare il voto, dopo un ritardo di diversi anni.

L’elettorato del Qatar può votare per 30 membri del Consiglio della Shura, mentre altri 15 saranno nominati dall’emiro.

Secondo il progetto di legge, i dipendenti del governo possono candidarsi per l’adesione al Consiglio della Shura e mantenere il loro lavoro se eletti.

Il progetto di legge facilita il processo di registrazione degli elettori, compresa la registrazione elettronica, e fissa un limite di spesa per la campagna elettorale a 2 milioni di QAR per candidato. Supervisionerà l’origine dei fondi.

I candidati sono obbligati a evitare la retorica tribale o settaria e devono rispettare la morale pubblica, le tradizioni e i valori religiosi e sociali della società. Anche offendere altri candidati o fomentare conflitti in qualsiasi modo è vietato dalla proposta di legge.

Il progetto di legge include disposizioni per garantire che i media pubblici e privati ​​siano imparziali nella copertura e nel trattamento di tutti i candidati.

Ai ministri, ai membri della magistratura, ai membri di tutte le agenzie militari e ai membri del Consiglio municipale centrale è vietato partecipare alle elezioni, secondo il progetto di legge.

Un comitato presieduto da un giudice scelto dal Consiglio giudiziario supremo sarà responsabile della supervisione del processo di votazione e conteggio, nonché dell’annuncio dei risultati.

Il progetto di legge prevede anche “pene severe” per reati elettorali, come ingerenze straniere, acquisto di voti o altre violazioni.

Dopo le elezioni, il potere del Consiglio della Shura dovrebbe essere ampliato per includere la capacità di licenziare i ministri, approvare il bilancio nazionale e proporre la legislazione.

Nei vicini Emirati Arabi Uniti, gli elettori sono selezionati dai governanti del paese.

Il Kuwait e il Bahrain hanno entrambi parlamenti eletti, che hanno vari poteri di supervisione, senza mandato di governo. La nomina del governo spetta ai governanti degli stati arabi del Golfo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.