Google aprirà il suo primo negozio fisico al dettaglio quest’estate a New York

Google lo è aprendo il suo primo Google Store al dettaglio fisico, ha annunciato oggi la società, che debutterà a New York City quest’estate.

Il nuovo negozio sarà situato a Chelsea, come parte del campus di Google in quel quartiere (la sede centrale dell’azienda a New York si trova già lì). Il Google Store mostrerà e venderà una varietà di prodotti Google: telefoni Pixel, dispositivi per la smart home Nest, tracker Fitbit, Pixelbook e altro ancora. I clienti potranno anche ordinare i prodotti tramite i negozi online di Google e ritirarli di persona presso la sede fisica del Google Store.

Google ha già sperimentato piccoli negozi pop-up e stand prima di vendere i suoi prodotti, ma l’annuncio del negozio di oggi segna un impegno molto più serio nella creazione di uno spazio di vendita al dettaglio.

Ovviamente, è impossibile parlare dell’apertura di un punto vendita fisico da parte di Google senza menzionare gli Apple Store di Apple, dai quali sembra che Google prenderà in prestito più di qualche idea.

Come un Apple Store, il nuovo Google Store mostrerà il modo in cui i prodotti di Google interagiscono, offrirà esperti in negozio per aiutare a risolvere i problemi, assistere con le configurazioni, lavorare sulle riparazioni e presentare seminari di istruzioni per ottenere il massimo dai prodotti e servizi di Google .

Google rileva inoltre che, sebbene il nuovo negozio consentirà ai clienti di provare il suo hardware, prenderà comunque precauzioni a causa della pandemia COVID-19 in corso al momento del lancio del negozio. Tali misure includono la limitazione del numero di clienti, la pulizia regolare del negozio e la richiesta che gli ospiti indossino maschere, si allontanino socialmente gli uni dagli altri e utilizzino un disinfettante per le mani quando si trovano nel negozio.

Il Google Store di Chelsea aprirà al pubblico durante l’estate. Google deve ancora annunciare se si espanderà oltre la singola sede, ma presumibilmente, in caso di successo, il negozio del Chelsea potrebbe essere solo il primo di molti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *