Il disegno di legge anti-asiatico sui crimini d’odio approva il Congresso degli Stati Uniti | Notizie sul crimine


La nuova legge impone al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti di concentrarsi sulla persecuzione dei crimini ispirati dall’odio contro gli asiatici dopo un’ondata di attacchi.

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato una legislazione per combattere l’aumento dei crimini d’odio contro gli asiatici durante la pandemia di coronavirus, inviando martedì il disegno di legge al presidente Joe Biden per la sua firma.

Il provvedimento, già approvato in Senato, è stato approvato a stragrande maggioranza alla Camera, 364-62. La nuova legge impone al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti di concentrarsi sul perseguimento di crimini violenti contro gli asiatici americani e gli isolani del Pacifico.

Lo scorso anno, la polizia statunitense ha assistito a un’impennata di crimini di matrice razzista contro gli asiatici americani e gli isolani del Pacifico, inclusa una sparatoria a marzo in Georgia che ha ucciso sei donne di origine asiatica.

“Per più di un anno, gli asiatici americani in tutta la nostra nazione hanno chiesto aiuto”, ha detto in una dichiarazione la rappresentante Grace Meng, principale sponsor del disegno di legge.

“Abbiamo tutti sentito le storie disgustose e visto i video orribili di americani asiatici picchiati, tagliati e sputati addosso”, ha detto Meng quando il disegno di legge è passato al Senato con un voto di 94-1.

Le forze dell’ordine e i sostenitori dell’Asia-Americana hanno collegato l’aumento dei crimini d’odio contro gli asiatici alla retorica politica dell’ex presidente Donald Trump e di altri politici repubblicani che hanno incolpato la Cina della pandemia.

I crimini d’odio sono notoriamente difficili da perseguire. Il disegno di legge prevede una linea diretta per i pubblici ministeri locali che cercano assistenza in tali casi e formazione per le forze dell’ordine.

Comprende anche la legge Jabara-Heyer “NO HATE”, che migliora la segnalazione da parte delle forze dell’ordine di crimini ispirati dall’odio e amplia l’assistenza e le risorse della comunità per le vittime di tali crimini.

La legge prende il nome da Khalid Jabara, un libanese americano ucciso da un vicino razzista a Tulsa, in Oklahoma, nel 2016, e Heather Heyer, morta in un attacco a un veicolo durante una marcia dei suprematisti bianchi a Charlottesville, in Virginia, nel 2017. Entrambi gli attacchi inizialmente non sono stati classificati come crimini ispirati dall’odio, ma sarebbero previsti dalla nuova legge.

In California e New York, che ospitano vaste popolazioni asiatiche americane, si sono verificati allarmanti episodi di violenza contro persone di origine asiatica.

A marzo, Pak Ho, un uomo asiatico-americano di 75 anni, è morto dopo essere stato spinto a terra mentre faceva una passeggiata mattutina vicino a casa sua a Oakland. Un sospetto è accusato di aggressione ma non di reato d’odio.

A New York, una donna filippina di 65 anni è stata aggredita in pieno giorno mentre camminava per strada da un uomo che le ha preso a calci nello stomaco e le ha calpestato la testa. L’incidente è stato registrato in un video di sicurezza. Lei è sopravvissuta e lui è stato arrestato.

L’anno scorso, un immigrato asiatico ei suoi due figli piccoli sono stati accoltellati e tagliati mentre facevano la spesa a Midland, in Texas.

Il gruppo di monitoraggio, Stop AAPI Hate, ha segnalato 3.795 incidenti a livello nazionale tra marzo 2020 e febbraio 2021.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *