Google annuncia uno strumento per la salute per identificare le condizioni della pelle

L’ultima incursione di Google nell’assistenza sanitaria è uno strumento web che utilizza l’intelligenza artificiale per aiutare le persone a identificare le condizioni della pelle, dei capelli o delle unghie. L’azienda ha presentato in anteprima lo strumento oggi all’I / O e afferma di sperare di lanciare un progetto pilota entro la fine dell’anno.

Le persone possono utilizzare la fotocamera del telefono per scattare tre foto dell’area problematica, ad esempio un’eruzione cutanea sul braccio. Risponderanno quindi a una serie di domande sul tipo di pelle e su altri sintomi. Lo strumento fornisce quindi un elenco di possibili condizioni da un insieme di 288 che è addestrato a riconoscere. Non ha lo scopo di diagnosticare il problema, ha detto la società in a post sul blog.

Lo strumento di Google chiede alle persone di scattare tre foto di un problema di pelle, quindi offre le possibili condizioni.
Immagine: Google

Google ha deciso di affrontare le malattie della pelle utilizzando l’intelligenza artificiale a causa della loro prevalenza, afferma Karen DeSalvo, chief health officer di Google Health. “Le persone vengono su Google per fare domande sulle condizioni della pelle. Riceviamo circa 10 miliardi di richieste annuali sulla condizione della pelle “, ha detto in un’intervista a The Verge. Naturalmente, gli esperti possono aiutare le persone a determinare se è qualcosa di semplice o indicativo di una malattia più grave, ma c’è carenza di dermatologi in tutto il mondo. DeSalvo spera che questo strumento possa aiutare a fornire alle persone informazioni accurate sulle potenziali condizioni, rapidamente, senza dover passare ore a fare le proprie ricerche online.

Il team ha addestrato il modello su milioni di immagini di problemi di pelle, migliaia di immagini di pelle sana e 65.000 immagini da ambienti clinici. Il modello prende in considerazione fattori come l’età, il tipo di pelle, il sesso e la razza quando suggerisce le possibili condizioni. Quando è stato testato su circa 1.000 immagini di problemi della pelle da una vasta gamma di pazienti, Google afferma di aver identificato la condizione corretta nei primi tre suggerimenti l’84% delle volte. Ha incluso la condizione corretta come uno dei possibili problemi il 97 percento delle volte.

Il nuovo sistema si basa sul lavoro passato di Google utilizzando strumenti di intelligenza artificiale per identificare le condizioni della pelle. L’azienda ha pubblicato la prima iterazione del suo sistema di deep learning in Medicina della natura l’ultima primavera. Quel documento ha mostrato che il sistema potrebbe identificare 26 condizioni della pelle comuni con la stessa precisione dei dermatologi e più accurati dei medici di assistenza primaria. Ad aprile, la società ha pubblicato un altro studio dimostrando che il sistema potrebbe aiutare i medici non dermatologi a diagnosticare le condizioni della pelle in modo più accurato.

Google sta inoltre collaborando con un team di ricerca della Stanford University per testare l’efficacia dello strumento in un ambiente sanitario.

L’azienda ha ottenuto un marchio di dispositivo medico di Classe I per lo strumento nell’Unione Europea, designandolo come dispositivo medico a basso rischio. Non è stato valutato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti.

Relazionato:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *