Phil Schiller di Apple fornisce la testimonianza di Epic iPhone

Abbiamo passato i testimoni esperti di Epic v. Applee come ricompensa, Phil Schiller – attualmente un “Apple Fellow”, qualunque cosa sia, e in precedenza vicepresidente senior del marketing mondiale – ha preso la posizione come uno scintillante App Store St. Nick. A sentirlo raccontare, Apple è un partner meraviglioso per gli sviluppatori, che migliora disinteressatamente gli strumenti di sviluppo e risponde alle loro esigenze. A volte la testimonianza sembra una pubblicità prolungata per iOS.

L’obiettivo della testimonianza è dipingere l’App Store come una parte dell’iPhone che non può essere rimossa o sostituita da un’alternativa concorrente. A tal fine, abbiamo ascoltato in dettaglio esauriente i miglioramenti apportati all’iPhone a vantaggio degli sviluppatori nell’App Store. Le patatine. Il display Retina. L’accelerometro. Gli aggiornamenti wireless. È praticamente un evento Apple allo stand.

Nell’elenco completo, Schiller ha identificato Metal, uno degli strumenti di sviluppo creati da Apple. (Il metal è un gioco di “avvicinarsi al metallo”, o scrivere un codice che è vicino alle viscere del computer.) L’avvocato di Apple dice che la versione da avvocato di “roll tape!” e ci viene offerta una clip di 20 secondi di Tim Sweeney sul palco del WWDC, elogiando Metal come uno strumento meraviglioso che consentirà a sviluppatori come Epic Games di creare la prossima generazione di miglioramenti. Brucia solida!

L’impressione generale che ottengo dall’elenco dei miglioramenti è, essenzialmente, quella Fortnite assolutamente non avrebbe potuto essere lanciato sulla prima generazione di iPhone: l’hardware e i chip non avrebbero potuto gestire il gioco. Questo è vero! Anche: Fortnite non esisteva ancora, quindi è una buona ragione per cui non poteva essere su quei primi iPhone. Ma c’è un’altra ragione per viaggiare nel tempo Fortnite non poteva essere lanciato sui primi iPhone nel 2007: neanche l’App Store esisteva ancora. Questo particolare fatto è alquanto scomodo per l’argomento di Apple secondo cui l’iPhone e l’App Store sono inseparabili.

La testimonianza di Schiller trascorre del tempo di qualità nel 2007, per spiegare l’origine dell’App Store. Quando è stato lanciato l’iPhone, le uniche app su di esso erano di proprietà di Apple; tutte le altre app erano app web. In risposta, c’è stata un’ondata di “jailbreak” – essenzialmente, hacking dell’iPhone in modo da poter inserire le proprie app su di esso. Questo è stata la genesi dell’App Store: Apple si è resa conto che le persone avrebbero messo le proprie app sull’iPhone, qualunque cosa facesse. Se voleva il controllo del processo, doveva creare un percorso ufficiale.

Fin dall’inizio, la sicurezza sarebbe stata una preoccupazione, ha detto Schiller. Dopotutto, lo scopo del telefono era che potevi portalo in giro – che ha comportato la raccolta dei dati sulla posizione. Quindi iOS è stato costruito da zero con questo in mente, afferma Schiller. (Questa linea di testimonianza è una confutazione all’argomento di Epic secondo cui MacOS consente il caricamento laterale, ed è quindi anticoncorrenziale che iOS non lo faccia.) Per porre fine al jailbreak, Apple ha fatto qualcosa di insolito: piuttosto che mostrare al mondo un prodotto finito , ha annunciato di sì lavorando su qualcosa. Quel qualcosa era l’App Store.

La linea di Steve Jobs che Epic ha propagandato – “Non intendiamo fare soldi con l’App Store” – proviene da questi primi giorni. Al momento di questo annuncio, Apple non sapeva se avrebbe fatto soldi, ha testimoniato Schiller. Suggerisce anche che la linea non era una promessa che avrebbe fatto Apple non fare soldi. L’App Store rappresentava un rischio “enorme”, ha affermato Schiller. “Stiamo prendendo il nostro nuovo prodotto caldo e mettendoci qualcosa che non abbiamo mai fatto prima, e non abbiamo ancora app! Quindi non abbiamo idea di come andrà a finire. ” Questo è credibile. Ciò che è meno convincente è il tentativo di Schiller di ridefinire cosa significhi “bloccare i clienti nel nostro ecosistema”, una frase che proviene da un’e-mail di Jobs inserita come prova all’inizio del processo.

Senti, “rinchiuso” ha un significato accettato, e non è molto amichevole: i prigionieri, per esempio, sono rinchiusi. Schiller lo fa provare comunque al vecchio college, dicendo alla corte che l’idea alla base di “rinchiuso” era solo per rendere i servizi più attraenti, in modo che i clienti non vogliano andarsene. Più avanti nell’e-mail, Jobs parla di rendere l’ecosistema ancora più “appiccicoso”, il che è meno minaccioso, ma le trappole di colla sono appiccicose. Così sono le flystrip. Quand’è stata l’ultima volta che essere attaccati a qualcosa è stato positivo per te?

Ma hey, Schiller è un marketer. Era l’addetto al marketing di Apple per decenni effettivi! Stai sempre vicino, piccola. E quindi, se a volte sembrava che avesse presentato Apple come se fosse un benefattore disinteressato, rispondendo alle richieste degli sviluppatori di pagamenti in-app – che era un business allora nascente – costruendo capacità per quello nel negozio, beh , questo è il suo lavoro. Tuttavia, presentare uno dei bancomat più spietatamente efficienti della tecnologia come un utile amico di piccoli sviluppatori è un po ‘come dipingere uno squalo balena arancione e chiamarlo un pesce rosso che nutre altri pesci rossi.

Nonostante il comportamento amichevole di Schiller, alcune delle sue testimonianze sono una forzatura. Ad esempio, dice che non vede il cellulare come un duopolio. Elenca Samsung, Microsoft, Google e Amazon come concorrenti. Il telefono Amazon Fire è stato interrotto nel 2015, così come il telefono Windows. Forse perseguitano i suoi sogni, ma di certo non perseguitano il mercato.

Ma Schiller fa principalmente quello che deve fare per Apple, come suppongo abbia fatto per circa 30 anni. È allegro, piacevole da ascoltare e, a volte, molto convincente. La domanda in questo caso, tuttavia, è se il marketing per un giudice è facile come il marketing per i clienti Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *