Marv Albert, giornalista sportivo NBA Hall of Fame, andrà in pensione


Marv Albert, la cui copertura a fuoco rapido è diventata una colonna sonora NBA per quasi 60 anni, si ritirerà dalle riprese sportive dopo la postseason del 2021, il suo datore di lavoro, Turner Sports, annunciato lunedì.

Albert, che compirà 80 anni a giugno, ha chiamato 25 NBA All-Star Games, 13 finali NBA, la vittoria nel basket maschile della medaglia d’oro del 1992 per gli Stati Uniti e dozzine di altri importanti eventi sportivi per diversi media in una lunga carriera che gli è valsa. riconoscimento in diverse hall of fame.

Anche se Albert ha espresso diversi sport, tra cui il calcio professionistico, l’hockey e il baseball, è più riconosciuto per il suo lavoro nel basket: è stato la voce principale dei Knicks per quasi quattro decenni a partire dal 1967 e divenne la voce principale dell’NBA per la NBC Sports nel 1990, dove ha lavorato dal 1977 al 1997 e dal 2000 al 2002. Ha lavorato per Turner Sports per 22 anni, 19 dei quali come annunciatore NBA play-by-play.

“Non c’è voce più strettamente associata al basket NBA di quella di Marv Albert”, ha detto nell’annuncio Adam Silver, il commissario della lega. “Marv è stata la colonna sonora per gli appassionati di basket per quasi 60 anni”, ha aggiunto.

Albert ha registrato la sua prima firma “Sì!” chiamata nel 1968, quando la guardia dei Knicks Dick Barnett fece un balzo durante i playoff.

In onda, era “caldo come vengono”, David Halberstam, un ex annunciatore play-by-play per i Miami Heat che pubblica il Giornale di trasmissione sportiva, ha detto in un’intervista telefonica. Ma fuori dall’aria, Albert era sul lato tranquillo. Nato e cresciuto a Brooklyn, la sua ossessione per il basket è iniziata presto. Ha lavorato come raccattapalle per i Knicks da adolescente prima del college, poi è tornato da senior e ha sviluppato uno stretto rapporto con Marty Glickman, la famosa emittente che all’epoca chiamava i giochi dei Knicks per la radio WCBS. A volte, Glickman dava ad Albert il microfono per chiamare le statistiche.

Albert chiamò la sua prima partita il 27 gennaio 1963, sostituendo Glickman mentre i Boston Celtics battevano il Knicks. Aveva 21 anni.

“Ha chiamato il gioco con un tale talento e una tale grande descrittività che aveva imparato da Glickman, ed è stato avvincente e avvincente”, ha detto Halberstam dei primi anni di Albert. “Non vorresti mai spegnere quella radio.”

La copertura di Albert dei primi cinque dei sei titoli di campionato di Michael Jordan ha consolidato il suo nome familiare. Ma la sua carriera è stata interrotta da un processo molto pubblicizzato nel 1997 che ha rivelato una serie di terribili incontri sessuali. Due donne hanno testimoniato che Albert le aveva attaccate e Albert si è dichiarato colpevole di un reato di aggressione e percosse.

Dopo essersi dichiarato colpevole, si è dimesso dalla rete MSG, che trasmetteva i Knicks e i Rangers, ed è stato licenziato dalla NBC. Non ha scontato la prigione, ma ha frequentato la terapia prescritta dal tribunale.

Meno di un anno dopo, ha riguadagnato un impiego coprendo le partite dei Knicks alla radio ed è diventato l’ospite della serata “MSG Sportsdesk” e nel 1999 è tornato alla NBC. Albert ha lasciato la NBC nel 2002, dopo che l’organizzazione dei media ha perso la sua copertura NBA, ed è stato lasciato andare come voce dei Knicks nel 2004 dopo aver criticato il gioco della squadra in onda.

“Ti ha fatto amare di più il basket per il suo stile e per la sua voce, il suo tono e il suo ritmo e il suo ritmo”, ha detto in un telefono Mike Breen, che ha assunto la direzione della televisione play-by-play per i Knicks colloquio. “Era la perfezione.”

Albert è stato nominato nella National Sportscasters and Sportswriters Association Hall of Fame nel 2014 e nella Sports Broadcasting Hall of Fame nel 2015, ed è stato riconosciuto dalla Naismith Memorial Basketball Hall of Fame nel 1997.

La sua serie finale sarà la finale della Eastern Conference; Philadelphia è la testa di serie più alta in Oriente, i Nets sono n. 2 e le Knicks n. 4 hanno fatto la loro prima testa di serie dal 2013.

Albert ha detto in una dichiarazione che i suoi 55 anni di radiodiffusione erano “volati”.

“Ora, avrò l’opportunità di affinare le mie abilità di giardinaggio e lavorare sul mio ballo da sala”, ha detto.

Richard Sandomir ha contribuito alla segnalazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *