Kevin Pillar di Mets dice che sta ‘bene’ dopo aver affrontato Fastball


Kevin Pillar of the Mets è stato portato in ospedale lunedì sera dopo essere stato colpito in faccia da una palla veloce durante una partita contro gli Atlanta Braves. Ore dopo, Pillar ha postato su Twitter che stava “andando bene” dopo quello che anche lui ha riconosciuto essere stato un incidente spaventoso.

Nonostante le parole positive di Pillar, annunciarono i Mets martedì che l’outfielder aveva subito fratture nasali multiple. Consulterà uno specialista del viso ad Atlanta per determinare un corso di trattamento. Non si sapeva per quanto tempo avrebbe potuto essere messo da parte.

L’incidente, che ricorda uno all’inizio di questa stagione in cui Bryce Harper dei Philadelphia Phillies ha anche preso un passo in faccia, è successo nel settimo inning della partita di lunedì nei sobborghi di Atlanta. Pillar stava affrontando Jacob Webb con le basi caricate e non era in grado di reagire o spostarsi da una fastball a quattro cuciture con clock a 94,5 miglia all’ora.

(Attenzione: questo video mostra il pitch che colpisce Pillar e potrebbe disturbare.)

Il pilastro cadde immediatamente e si sollevò da terra con il sangue che gli colava dal naso.

Webb, visibilmente sconvolto dall’incidente, si mise le mani sulla testa e poi si accovacciò sul tumulo mentre Pillar giaceva a faccia in giù nel terriccio vicino al piatto di casa.

“Nessuno al campo da baseball pensava che stesse cercando di farlo apposta”, Il coraggioso catcher Jeff Mathis ha detto. “Si sentiva malissimo.”

Dopo essere stato accudito dagli allenatori, Pillar ha lasciato il campo da solo, il viso coperto dagli asciugamani. Un pizzicotto lo sostituì e i Braves rimossero anche Webb dal gioco. Nella panchina di Atlanta, Webb era consolato da almeno due allenatori Braves.

Il gioco è stato interrotto brevemente mentre i membri dell’equipaggio del campo di Atlanta hanno coperto il sangue che era visibile vicino a casa base.

I Mets hanno detto dopo la partita che Pillar era stato portato in ospedale per una TAC. Dopo la partita, Pillar ha twittato un post in cui diceva che stava “andando bene”.

“Grazie a tutti coloro che hanno contattato!” scrisse. “Momento spaventoso ma sto bene!”

Dal momento che le basi erano caricate al momento del beaning, a Pillar è stata attribuita una corsa dolorosa battuta. I Mets hanno vinto la partita, 3-1.

“È una cosa disgustosa come puoi vedere sul campo da baseball quando un bambino viene colpito in quel modo”, ha detto il manager di Braves Brian Snitker.

Colpito da piazzole sono stato a tutti i tempi massimi nelle ultime stagioni, che unito all’aumento della velocità dei lanciatori, ha creato situazioni pericolose per i battitori. Il pilastro è stato colpito alla testa due volte prima, MLB.com segnalato, nel 2016 contro i Red Sox, quando è stato colpito al casco, e nel 2019, contro i Padres, quando è stato colpito alla mascella da un lancio di 97 miglia orarie.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.