Gli Yankees mettono Giancarlo Stanton nella lista dei feriti


Partendo lentamente, gli Yankees hanno trovato il loro equilibrio nelle ultime settimane grazie, in parte, a un attacco guidato dall’esterno destro Aaron Judge e dal battitore designato Giancarlo Stanton. Con una recente e torrida serie di colpi, Judge è stato a pari merito per il vantaggio della Major League nei fuoricampo (12) entrando lunedì. Colpire davanti a lui per la maggior parte della stagione è stato Stanton, con i fannulloni legati per il comando della squadra a 24 run battuti.

Ma lunedì, gli Yankees hanno annunciato che Stanton, che apparentemente aveva voltato pagina con la gestione dei suoi infortuni persistenti, è stato inserito nella lista degli infortuni da 10 giorni con un muscolo quadricipite sinistro teso.

Venerdì, Stanton, 31 anni, era stato graffiato dalla formazione degli Yankees prima della partita contro i Tampa Bay Rays con la tensione nello stesso muscolo. Due giorni dopo, il manager degli Yankees Aaron Boone ha detto che sperava che Stanton potesse tornare in azione questa settimana, durante una serie di quattro partite contro i Texas Rangers.

Invece, Stanton, quattro volte All-Star e vincitore del National League Most Valuable Player Award 2017, uscirà almeno una settimana. Boone ha detto che gli Yankees hanno discusso della situazione con Stanton dopo la partita di domenica e hanno deciso di affrontare la questione ora, quando sono necessari solo pochi giorni di recupero.

“A suo merito, e ovviamente oltre a giocare e per quanto vuole essere là fuori, si è anche reso conto che è qualcosa che se avesse spinto, potrebbe trasformarsi in una situazione a lungo termine”, ha detto Boone lunedì. “Quindi è meglio uscire di fronte a questo ora.”

Lo stint della lista degli infortunati di Stanton è retrodatato a venerdì, quindi la partita più presto per cui potrebbe tornare è il 25 maggio, contro i Toronto Blue Jays, una data che Boone ha suggerito che gli Yankees stessero prendendo di mira.

Stanton non aveva ancora ricevuto un esame di risonanza magnetica, ma Boone ha detto che gli Yankees ne stavano discutendo prima della partita di lunedì.

Dall’inizio della stagione 2019, l’elenco dei disturbi fisici di Stanton è lungo: uno stiramento del bicipite, una spalla instabile, due stiramenti al polpaccio, un ginocchio slogato, un tendine del ginocchio tirato e, ora, due quadricipiti tesi. Quando è tornato dagli infortuni lo scorso autunno, Stanton è stato il miglior battitore degli Yankees nella postseason. Durante l’inverno, ha modificato il suo regime di allenamento, sollevando pesi meno spesso e aggiungendo più agilità.

Stanton ha superato un inizio lento di questa stagione e sta colpendo .282 con nove fuoricampo e una percentuale di 0,82 in base più slugging in 33 partite. Entrando lunedì, solo il giudice ha avuto più fuoricampo e un OPS più alto (1.009) tra i giocatori degli Yankees.

L’assenza di Stanton coincide con un infortunio in corso all’esterno centrale Aaron Hicks. Domenica, gli Yankees hanno piazzato Hicks sull’IL e hanno chiamato l’allenatore esterno Ryan LaMarre. Hicks ha una guaina del tendine strappata nel polso sinistro, che potrebbe richiedere un intervento chirurgico e tenerlo fuori per un po ‘, ha detto Boone durante il fine settimana.

Fortunatamente per gli Yankees, il primo base Luke Voit, che ha guidato i principali campionati in home run lo scorso anno, è tornato dalla chirurgia al ginocchio la scorsa settimana. E il secondo base Rougned Odor, che non gioca dal 4 maggio a causa di una distorsione al ginocchio sinistro, potrebbe tornare martedì per affrontare la sua ex squadra, ha detto Boone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *