Per Jrue Holiday, è un bel gioco quando lo dice sua moglie


Non è stato fino a maggio, che i Bucks hanno iniziato con vittorie consecutive sui Nets, che Milwaukee ha annunciato ad alta voce che era ancora un contendente al campionato NBA. Jrue Holiday ha segnato 14 punti nel primo quarto della seconda vittoria, e in uno spogliatoio di casa contento, uno dei principali difensori della lega ha abbassato la guardia.

Mentre faceva la sua solita scansione post partita del suo telefono per i messaggi, è stato accolto da un messaggio di sua moglie, Lauren. Comprendeva le parole che attireranno l’attenzione di qualsiasi coniuge: “Dobbiamo parlare”.

“Avresti potuto fare di più”, ha scritto Lauren Holiday.

Dopo il suo primo quarto produttivo, Jrue Holiday ha segnato solo 1 punto in quasi sei minuti nel secondo quarto. Lauren Holiday, che ha vinto due medaglie d’oro olimpiche e la Coppa del Mondo 2015 come vivace centrocampista con la squadra nazionale di calcio femminile degli Stati Uniti, non ha considerato la spazzata dei Nets o il gioco di suo marito come una dichiarazione significativa. Ha detto che “si sentiva come se si fosse tolto il quarto di dollaro”.

“Non è che penso che abbia fatto male”, ha detto Lauren Holiday. “Volevo solo sapere quale fosse il suo pensiero – aiutami solo a capire. All’inizio ha detto: “Ho preso ciò che la difesa ha dettato” e io ho risposto: “No, non sono d’accordo”. Queste sono le conversazioni che deve avere solo perché sono anche un concorrente “.

Le vacanze sono state un tandem da quando erano atleti all’UCLA, e si sono avvicinate solo dopo che i medici hanno scoperto che aveva un tumore al cervello nel giugno 2016, sei mesi dopo la sua gravidanza con la loro figlia, Jrue Tyler. Ora hanno due figli e mantengono un profondo interesse per gli sport reciproci. Supervisionano anche un fondo sociale a sette cifre che supporta le organizzazioni non profit guidate dai neri e le aziende di proprietà dei neri, dopo aver deciso l’anno scorso che potrebbero fare di più anche come coppia.

Si sono trasferiti a Milwaukee da New Orleans a novembre. I Bucks consideravano Jrue Holiday come il tipo di aggiunta tendone il cui arrivo avrebbe persuaso Giannis Antetokounmpo a impegnarsi a lungo termine per il franchise di piccolo mercato, quindi i Bucks si arresero alle guardie veterane George Hill ed Eric Bledsoe, tre futuri draft al primo turno scelte e il diritto di scambiare altre due scelte al primo turno per ottenerlo come parte di uno scambio a quattro squadre.

Dopo una nervosa attesa per i fan di Bucks, Antetokounmpo ha firmato un’estensione del contratto di cinque anni, $ 228 milioni, il cosiddetto supermax, 21 giorni dopo lo scambio, solo per Holiday scoprire rapidamente che le questioni di affari erano solo una parte del fardello.

I Bucks non hanno vinto un campionato dalla stagione 1970-71. Antetokounmpo sostiene il peso delle aspettative più di chiunque altro in città, dopo aver vinto consecutivamente i Most Valuable Player Awards e il Defensive Player of the Year Award della scorsa stagione, ma Holiday è il prossimo in linea. È stato annunciato come il pezzo mancante dei Bucks che, nonostante una sola apparizione con All-Star e 31 partite di playoff nel suo curriculum di 11 anni entrato in questa stagione, li avrebbe portati a un nuovo livello. E quel discorso è iniziato mesi prima che firmasse un’estensione del contratto di quattro anni in aprile del valore di almeno $ 134 milioni.

“È qualcosa a cui non ti abitui, ma devi accettare se vuoi essere in questa linea di lavoro”, ha detto Holiday.

Lauren Holiday ha acconsentito. Ha giocato in quattro importanti competizioni nei suoi otto anni di carriera con la nazionale, aiutando gli Stati Uniti a vincerne tre. Anche se la finale della Coppa del Mondo 2011 è scivolata via ai calci di rigore contro il Giappone, ha detto di aver immaginato solo quattro per quattro.

“L’NBA è come un mondo diverso”, ha detto. “Provano a gestire i loro corpi. Quella parte del basket, come riposano, è tutto estraneo a me. Sono sempre al 110%. Questo è tutto quello che so. Questo è stato instillato in noi in nazionale: ‘Siete vincitori. Vinciamo. Non perdiamo. “”

L’esperienza di Lauren Holiday nel far fronte alle alte aspettative la rende un’utile cassa di risonanza per suo marito mentre si dirige verso una post-stagione in cui i Bucks potrebbero essere immediatamente confrontati da alcuni demoni, grazie a un potenziale match al primo turno contro i Miami Heat. Milwaukee è stato dominato da Miami in cinque partite la scorsa estate in una serie di secondo turno nella bolla NBA al Walt Disney World, crollando presto dopo aver pubblicato il miglior record della stagione regolare della lega per il secondo anno consecutivo.

È stata anche la principale fonte di consulenza quando Jrue, ancora con New Orleans, ha preso in seria considerazione l’idea di saltare il riavvio della NBA. Il loro fondo JLH è stato ispirato dal suo suggerimento di finire la stagione dei Pellicani e donare il resto del suo stipendio 2019-20 ($ 5,3 milioni) per aiutare le comunità nere devastate dalla pandemia e da un’estate di disordini sociali dopo l’omicidio di maggio 2020 di George Floyd a Minneapolis.

Il focus iniziale delle borse di studio erano le città più vicine alle vacanze: New Orleans, Indianapolis (la sua città natale) e Los Angeles (la sua città natale). Lunedì doneranno un ulteriore milione di dollari al fondo per iniziare un secondo round di sovvenzioni e aggiungere Milwaukee all’elenco delle città in primo piano.

“Non mentirò: non volevo davvero andare nella bolla”, ha detto Jrue Holiday. “Non sembrava fosse il momento del basket. Mia moglie era incinta. Mi sentivo come se lasciare la mia famiglia non fosse il massimo per la mia famiglia. Volevo anche uscire e protestare, ma non potevo farlo perché dovevo proteggere la mia famiglia da Covid. Mi sentivo come se avessi bisogno di qualcosa che mi motivasse ad andare “.

La nuova stagione, in una nuova città, prevedibilmente ha portato nuove sfide. Hendrix, il figlio di Holidays, aveva 5 settimane quando il commercio con Milwaukee è andato a buon fine. Hanno scelto una casa, ha detto Lauren Holiday, principalmente scorrendo le “immagini su Zillow”. È stata la prima casa in cui Jrue ha vissuto con un seminterrato, cosa che si è rivelata un’utilità vitale quando ha avuto il Covid-19 a febbraio e ha perso 10 partite.

Ha detto che si è trasferito nel seminterrato per quasi due settimane di “isolamento a casa mia”. Il contatto con i bambini ha raggiunto il picco con le chiamate FaceTime e le immagini che JT di 4 anni, come la chiamano i suoi genitori, ha disegnato per suo padre e ha lasciato in cima alle scale del seminterrato.

“Devo almeno ascoltare i miei figli”, ha detto Jrue Holiday.

Ha detto che aveva “tutti i sintomi: brividi, febbre, mal di testa, dolori muscolari e ho perso il gusto e l’odore”. Eppure, Jrue, che compirà 31 anni il mese prossimo, si è ripreso per mettere insieme la migliore stagione della sua carriera. Stava ottenendo un record di carriera del 50,3% dal campo e del 39,2% dalla linea dei 3 punti entrando nel finale di stagione di domenica contro Chicago, aggiungendo solo alla sua reputazione come uno dei migliori giocatori a doppio senso del gioco. Veterani rispettati come Damian Lillard di Portland e Andre Iguodala di Miami lo hanno consacrato come il miglior difensore individuale della NBA. La sua forza, anticipazione e aggressività gli consentono di difendere quattro posizioni sul pavimento, nonostante si trovi a soli 6 piedi-3.

“E ‘speciale su quel lato della palla”, ha detto Kevin Durant dei Nets.

Lauren Holiday ha detto: “Suona con tanta libertà. E sento che era quello di cui aveva bisogno. Penso che a volte il cambiamento possa essere positivo, e questo cambiamento è stato semplicemente tremendo per lui “.

Il giudizio esterno dipenderà naturalmente da quanto Holiday può aiutare i Bucks nei playoff. Dopo aver dominato le ultime due stagioni regolari e poi aver umiliato le eliminazioni ai playoff inflitte da Toronto nel 2019 e Miami l’anno scorso, l’allenatore dei Bucks Mike Budenholzer ha ascoltato le chiamate per sperimentare in modo offensivo (più screening) e difensivo (più commutazione). L’obiettivo era una maggiore versatilità, a sostegno di un elenco più pesante dopo aver fatto affidamento per anni sulla profondità attorno ad Antetokounmpo, ma la sperimentazione ha avuto un costo.

Il percorso dei Bucks se finissero come testa di serie numero 3, solo per arrivare alle finali NBA per la prima volta dal 1974, potrebbe richiedere loro di eliminare Miami, i Nets e la testa di serie Philadelphia in successione. La presenza di Holiday teoricamente allevia la pressione su Antetokounmpo e sul tiratore scelto Khris Middleton, ma le risorse commerciali e il contratto che ha comandato richiedono a Holiday di fornire la produzione All-Star, indipendentemente dal fatto che riacquisti formalmente lo status di All-Star che ha ottenuto nel 2012-13 con Philadelphia. .

Un imperterrito Holiday ha insistito sul fatto che era “pronto a partire” e che desiderava che i playoff “fossero già qui”. Accogliere critiche post-partita più acute da Lauren, ha aggiunto, è avvolto da quella prontezza.

“È letteralmente l’atleta e la vincitrice nella nostra famiglia”, ha detto Jrue Holiday. “Prenderlo da lei significa molto per me. È reale e lei lo sostiene. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *