La Thailandia riporta il record giornaliero di COVID, guidato da epidemie carcerarie | Notizie sulla pandemia di coronavirus


La nazione del sud-est asiatico segnala 9.635 nuovi casi lunedì, mentre si affretta a contenere la terza ondata di coronavirus.

La Thailandia ha segnalato lunedì 9.635 nuovi casi di coronavirus – un record giornaliero – con oltre il 70% dei casi tra le persone in carcere, poiché le lotte del paese del sud-est asiatico contengono una terza ondata del virus.

La task force thailandese COVID-19 ha affermato che 6.853 dei nuovi casi provenivano da carceri notoriamente sovraffollate del paese, portando il totale complessivo del paese dall’inizio della pandemia lo scorso anno a 111.082.

Le autorità hanno detto che anche 25 persone sono morte a causa della malattia, portando il bilancio delle vittime a 614.

La Thailandia, che ha una popolazione di 69 milioni di abitanti, non ha ancora intensificato il suo programma di vaccinazione COVID-19.

Finora ha somministrato 2,2 milioni di dosi a lavoratori in prima linea e gruppi ad alto rischio utilizzando vaccini sviluppati dalla cinese Sinovac Biotech e AstraZeneca.

All’inizio di questo mese, un operatore sanitario preleva un campione di tampone nasale per verificare la presenza di COVID-19 da un uomo pinna nel quartiere Klong Toey di Bangkok [Soe Zeya Tun/Reuters]

Si prevede che a giugno inizierà una campagna di vaccinazione più ampia con dosi di AstraZeneca prodotte localmente. La registrazione dei vaccini è stata aperta al pubblico questo fine settimana con l’obiettivo di inoculare il 70% degli adulti.

Il governo ha inasprito le restrizioni alla vita quotidiana nel tentativo di eliminare l’ondata di infezioni.

Sono state inoltre rafforzate le misure nelle carceri con tutti i detenuti tenuti a indossare maschere per il viso e lavarsi le mani frequentemente. Il dipartimento di correzione sta anche allestendo un laboratorio per testare i detenuti per il virus.

I media thailandesi hanno anche riferito che la vaccinazione verrà lanciata anche nelle carceri il prossimo mese, a partire da quelle ad alto rischio o di età superiore ai 60 anni.

Le carceri thailandesi attualmente ospitano circa 310.000 persone.

I media locali hanno riferito che i casi annunciati lunedì provenivano da otto carceri con la prigione di Chiang Mai nel nord che registrava la maggior parte dei casi, seguita dalla prigione di custodia cautelare di Bangkok.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *