Il ciclone Tauktae approda nel Gujarat indiano | Notizie meteorologiche


Il ciclone Tauktae distrugge edifici, sradica alberi e tralicci elettrici, spezza cavi e provoca inondazioni.

Un potente ciclone ha colpito la costa occidentale dell’India ed è approdato nel Gujarat dopo che le autorità hanno evacuato centinaia di migliaia di persone.

Soprannominato “tempesta ciclonica estremamente grave” dal dipartimento meteorologico indiano, il ciclone, denominato Tauktae, ha portato con sé velocità del vento da 160 a 170 chilometri all’ora (99,4-105,6 miglia all’ora) con raffiche fino a 190 km / h ( 118 mph), mareggiate e forti piogge.

Il ciclone ha distrutto edifici, sradicato alberi e tralicci dell’elettricità, spezzato i cavi e provocato ristagni d’acqua e inondazioni nel Gujarat, nel Maharashtra e nei territori limitrofi di Daman e Diu.

Il dipartimento meteorologico indiano ha detto che ci vorranno fino a tre ore per completare l’approdo lungo la costa del Gujarat.

L’esercito e la marina indiana erano in attesa di operazioni di soccorso e soccorso, insieme alla Forza nazionale di risposta ai disastri, ha detto il primo ministro del Gujarat Vijay Rupani durante un briefing.

Rupani ha detto che stava monitorando la situazione con alti funzionari. L’entità dei danni nei quattro distretti colpiti sarà chiara entro la mattina, ha detto.

Decine di migliaia di persone sono state evacuate dalle cinture costiere [Handout/RAMMB/CIRA/AFP]

I porti e gli aeroporti del Gujarat sono stati chiusi e più di 150.000 persone sono state evacuate dalle cinture costiere della regione di Saurashtra e Kutch verso rifugi temporanei sicuri.

L’aeroporto internazionale nell’hub finanziario indiano, Mumbai, è stato chiuso durante la giornata. Più di 50 voli sono stati cancellati.

I team della National Disaster Response Force e i soccorritori regionali hanno lavorato 24 ore su 24 per ripristinare le alimentazioni elettriche e rimuovere gli alberi dalle strade e dalle arterie di trasporto chiave, comprese le autostrade, lungo le quali vengono trasportate le forniture di ossigeno per i pazienti COVID-19 dai porti del Gujarat.

In molti ospedali sono stati installati dispositivi di riserva di potenza come i generatori diesel, hanno detto i funzionari.

Almeno 14 persone sono morte finora in incidenti legati alla tempesta, sei delle quali nella fascia costiera Konkan del Maharashtra, hanno detto funzionari regionali. Il pedaggio dovrebbe aumentare.

Tauktae prende il nome da un geco birmano particolarmente rumoroso. L’impatto del ciclone avrebbe dovuto continuare per almeno 12 ore dopo l’atterraggio.

Il ciclone ha iniziato a formarsi sul Mar Arabico più di tre giorni fa e ha devastato la costa occidentale dell’India, negli stati del Kerala, Karnataka, Goa, Maharashtra e infine Gujarat.

Evacuazioni di massa

Decine di migliaia di persone sono state evacuate dalle fasce costiere in tutti gli stati e ospitate in rifugi temporanei, nonostante i timori di un’ulteriore diffusione del COVID-19 in un paese che sta vacillando per una seconda ondata mortale della pandemia.

“Questo ciclone è un terribile doppio colpo per milioni di persone in India le cui famiglie sono state colpite da infezioni e morti da COVID record. Molte famiglie restano a malapena a galla ”, ha dichiarato in un comunicato Udaya Regmi, capo della delegazione per l’Asia meridionale della Federazione internazionale delle società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.

Il potenziale impatto della “tempesta mostruosa” è stato spaventoso, ha detto Regmi.

Secondo il comunicato, le squadre di pronto intervento della Croce Rossa indiana stavano lavorando con le autorità locali in materia di evacuazione e soccorso.

La costa occidentale dell’India non è estranea ai cicloni devastanti, ma i cambiamenti dei modelli climatici li hanno resi più intensi, piuttosto che più frequenti.

Nel maggio 2020, quasi 100 persone sono morte quando il ciclone Amphan, la tempesta più potente che ha colpito l’India orientale in più di un decennio, ha devastato la regione e lasciato milioni di persone senza elettricità.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *