‘Vittime di aggressioni’: l’ospedale di Gaza travolto dai feriti | Notizie di Gaza


Gaza City – Gli operatori sanitari sono sopraffatti dal numero di feriti nel più grande ospedale di Gaza dopo una notte di feroci raid aerei uccisi e feriti dozzine di palestinesi.

Shaima Ahmed Qwaider, 23 anni, infermiera dell’ospedale al-Shifa di Gaza City, domenica ha descritto scene orribili di persone gravemente ferite in arrivo, alcune delle quali hanno bombardato vittime di arti mancanti.

“Non ho mai visto niente di simile in vita mia”, ha detto ad Al Jazeera. “C’erano parti del corpo raccolte su letti d’ospedale e scene insopportabili”.

Mentre i soccorritori hanno lottato per estrarre le vittime dai detriti degli edifici distrutti, molti di quelli salvati non sono riusciti a raggiungere l’ospedale poiché anche la strada principale che porta ad al-Shifa, il più grande centro medico della Striscia di Gaza, è stata colpita.

Il dottor Midhat Abbas del ministero della salute di Gaza ha detto che 1.200 palestinesi sono stati feriti durante i sette giorni di attacchi, circa la metà dei quali erano donne e bambini.

Ha accusato l’esercito israeliano di aver deliberatamente preso di mira le strutture sanitarie con attacchi aerei e bombardando le strade che circondano al-Shifa.

“Stanno prendendo di mira principalmente i civili, queste sono le vittime di questa aggressione”, ha detto il dottor Abbas. “[Israeli Prime Minister] Benjamin Netanyahu vuole salvarsi dalla prigione e così ha deciso di uccidere i bambini palestinesi “.

I raid aerei israeliani hanno ucciso 33 palestinesi, compresi 13 bambini, domenica a Gaza, hanno detto i funzionari sanitari di Gaza. Gli attacchi hanno portato il bilancio delle vittime a Gaza a 181, di cui 52 bambini. Israele ha denunciato 10 morti, inclusi due bambini.

Non ci sono stati commenti immediati da parte dell’esercito israeliano sui raid.

“Capacità molto limitata”

Il dottor Abbas ha detto che il personale stava sistemando i letti nelle aree di accoglienza mentre l’ospedale si riempiva, aggiungendo che c’erano carenze di medicine e attrezzature a seguito dei 15 anni di assedio di Gaza da parte di Israele e della pandemia di coronavirus.

“Ci auguriamo che i pazienti vadano in Egitto [for medical care] perché la nostra capacità è molto limitata “, ha detto il dottor Abbas ad Al Jazeera.

L’infermiera Amal Badawi ha descritto il sovraffollamento mentre venivano portati più feriti.

“L’ospedale è pieno di persone e parenti. È stato difficile lavorare e condurre le cure necessarie alla luce di questo sovraffollamento. Il numero di feriti o uccisi è enorme e continuano ad arrivare “, ha detto Badawi ad Al Jazeera.

Tra le persone uccise nei raid aerei di domenica c’era il dottor Ayman Abu Auf, un medico di al-Shifa, ha detto il ministero della salute.

I soccorritori palestinesi hanno prelevato domenica un sopravvissuto dalle macerie di un edificio residenziale distrutto [Khalil Hamra/AP]

Fahad al-Haddad, uno specialista in medicina d’urgenza ad al-Shifa, ha detto che la maggior parte dei morti portati in ospedale non mostravano segni esterni di ferite, il che significa che sono stati uccisi dalle macerie che sono crollate su di loro mentre erano ancora vivi.

L’Egitto ha aperto il valico di Rafah un giorno prima del previsto per consentire il passaggio di studenti, persone che necessitano di cure mediche e altri casi umanitari, hanno detto domenica a Reuters due fonti al confine.

Il confine era stato chiuso per le festività dell’Eid al-Fitr e avrebbe dovuto riaprire lunedì.

Finora l’Egitto ha inviato 16 ambulanze a Gaza per raccogliere le vittime dei bombardamenti israeliani per il trattamento negli ospedali egiziani, ha detto una fonte medica.

La fonte ha detto che un autobus con 95 persone a bordo era arrivato da Gaza domenica mattina.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *