La libertà ottiene un altro colpo con un nuovo inizio


Non avrebbero dovuto incontrarsi in questo modo, il nuovo look Liberty e i loro fan in verde mare. I canti di Sabrina Ionescu, la scelta numero 1 in assoluto del 2020, avrebbero dovuto risuonare al Barclays Center la scorsa primavera. Avrebbe dovuto far piovere 3 punti e i Liberty, credevano i fan, avrebbero accumulato vittorie.

Ma come per così tanto l’anno scorso, le cose non erano come avrebbero dovuto essere. La pandemia di coronavirus ha ritardato la stagione WNBA, Ionescu ha perso tutte le partite tranne tre con un infortunio alla caviglia e il Liberty ha vinto solo due partite in un ambiente senza bolle in Florida.

Eppure i fan di Liberty ora stanno ricevendo l’introduzione che volevano allora, anche se i segni dell’ultimo anno di turbolenze – nel basket e oltre – rimangono.

La folla di 1.139 persone del Barclays Center, socialmente distante, all’apertura della stagione di venerdì contro l’Indiana Fever aveva una nuova mascotte, Ellie the Elephant, per tifare con loro mentre, sì, Ionescu ha ottenuto 3s (4 su 8) e il Liberty ha ottenuto la prima vittoria, 90 -87. Ma la parola sulla parte anteriore delle maglie Liberty – uguaglianza – indicava che, come ha detto la guardia Layshia Clarendon, il gioco è qualcosa di più del gioco.

“Siamo state giovani ragazze nere che sono cresciute, che sono spesso sottorappresentate nelle nostre comunità”, ha detto la scorsa settimana Clarendon, che fa parte del Consiglio per la giustizia sociale della lega.

Per alcuni giocatori, ogni partita è un’opportunità per smentire coloro che ne dubitavano. Betnijah Laney ha vinto il premio Most Improved Player della lega con l’Atlanta Dream la scorsa stagione dopo che l’Indiana Fever l’aveva tagliata, ma guidando il Liberty con 30 punti per battere il Fever venerdì? Bene, questo è solo uno strofinaccio.

E per altri, una partita ad alto punteggio non è un messaggio per i dubbiosi quanto un cenno ai fan. Sta dicendo: “Hai fatto bene a credere in me”.

Con 0,4 di secondo sul cronometro nella sua prima partita giocata prima di quei fan, Ionescu ha raggiunto la sua quarta 3-pointer della notte. La folla ha urlato, la panchina del Liberty si è precipitata in campo e Ionescu ha detto trionfante: “Lo volevo”.

Forse, anche solo per una notte, è così che dovrebbe essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *