Twitter ti chiede gentilmente di proteggere i suoi dollari pubblicitari mirati nel nuovo prompt di iOS 14.5

Come parte di iOS 14.5, App Tracking Transparency di Apple costringe gli sviluppatori a chiedere l’autorizzazione per qualcosa che erano in grado di fare gratuitamente: monitorare gli utenti iOS. Oggi Twitter si unisce ai ranghi di altri sviluppatori e aggiunge un prompt che chiede agli utenti di abilitare il tracciamento su iOS (attraverso MacRumors).

La principale giustificazione di Twitter per ascoltare la sua richiesta è semplice: avere la funzione abilitata gli consente di offrire annunci “migliori”. L’azienda include un collegamento alle impostazioni in modo da poter apportare tali modifiche, ma leggi la spiegazione di Twitter prima di decidere:

Mantieni gli annunci pertinenti per te consentendo a Twitter di tenere traccia dei dati di altre società su questo dispositivo, come le app che utilizzi e i siti web che visiti.

L’azienda include anche un collegamento a un post di supporto nel centro assistenza di Twitter che spiega perché deve chiedere l’autorizzazione, include un collegamento alla sua attuale Informativa sulla privacy delle app e spiega cosa fa l’abilitazione o la disabilitazione del tracciamento in iOS.

Il nuovo prompt di monitoraggio degli annunci di Twitter.

È un tentativo sorprendentemente discreto di convincere gli utenti a consentire a Twitter di rintracciarli, considerando che la società ha evidenziato l’aggiunta di Apple di App Tracking Transparency in iOS 14.5 come un potenziale rischio nel suo recente estratto conto (PDF):

Continuiamo ad aspettarci che le entrate totali crescano più velocemente delle spese nel 2021, supponendo che la pandemia globale continui a migliorare e che vediamo un impatto modesto dall’introduzione delle modifiche associate a iOS 14.5. Quanto più velocemente dipenderà da vari fattori, compresa la nostra esecuzione sulla nostra roadmap di risposta diretta e fattori macroeconomici.

Facebook e Instagram hanno adottato un approccio molto più aggressivo per convincere gli utenti che l’uso del monitoraggio degli annunci è in aumento, arrivando persino a includere una vaga minaccia che l’abilitazione del monitoraggio “aiuterà a mantenere Facebook / Instagram gratuito”.

Aziende come Twitter e Facebook si affidano al monitoraggio degli utenti per supportare le loro attività pubblicitarie separate, spesso molto redditizie. Dopotutto, di solito sono le vendite di annunci a pagare per i social network gratuiti ei dati dei clienti aiutano a indirizzare quegli annunci. In qualità di azienda più interessata alla vendita di hardware e servizi in abbonamento, Apple non deve davvero preoccuparsi di cose del genere, ma cambiamenti sfacciati come le nuove autorizzazioni di tracciamento possono lasciare gli sviluppatori in difficoltà.

Tuttavia, la trasparenza del monitoraggio delle app si è dimostrata popolare 96 per cento degli utenti statunitensi stanno disattivando il monitoraggio in base ad alcuni sondaggi recenti. E con Google che sta valutando lo sviluppo di metodi propri per bloccare il tracciamento su Android, potremmo semplicemente abituarci alle app che vengono da noi e implorano dati gratuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *