La navicella spaziale cinese Tianwen-1 completa lo storico atterraggio su Marte | Notizie dallo spazio


Il rover a energia solare, denominato Zhurong, esaminerà ora il sito di atterraggio prima di partire dalla sua piattaforma per condurre le ispezioni.

Un veicolo spaziale cinese senza equipaggio è atterrato con successo sulla superficie di Marte sabato, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa statale Xinhua, rendendo la Cina la seconda nazione spaziale dopo gli Stati Uniti ad atterrare sul Pianeta Rosso.

La sonda Tianwen-1 è atterrata su un sito su una vasta pianura conosciuta come Utopia Planitia, “lasciando per la prima volta un’impronta cinese su Marte”, ha detto Xinhua.

Il velivolo ha lasciato la sua orbita parcheggiata verso le 17:00 GMT di venerdì (1:00 ora di Pechino sabato).

Il modulo di atterraggio si è separato dall’orbiter tre ore dopo ed è entrato nell’atmosfera marziana, ha detto il China Space News ufficiale.

Ha detto che il processo di atterraggio consisteva in “nove minuti di terrore” mentre il modulo decelera e poi scende lentamente.

Un rover a energia solare, di nome Zhurong, esaminerà ora il sito di atterraggio prima di partire dalla sua piattaforma per condurre le ispezioni. Zhurong, che prende il nome da un mitico dio cinese del fuoco, possiede sei strumenti scientifici, inclusa una telecamera topografica ad alta risoluzione.

Il rover studierà il suolo e l’atmosfera della superficie del pianeta. Zhurong cercherà anche segni di vita antica, inclusa l’acqua e il ghiaccio sotto la superficie, usando un radar che penetra nel terreno.

Tianwen-1, o “Domande al paradiso”, dal nome di una poesia cinese scritta due millenni fa, è la prima missione indipendente della Cina su Marte. Una sonda lanciata insieme alla Russia nel 2011 non è riuscita a lasciare l’orbita terrestre.

La navicella spaziale da cinque tonnellate è decollata dall’isola cinese meridionale di Hainan nel luglio dello scorso anno, lanciata dal potente razzo Long March 5.

Dopo più di sei mesi di transito, Tianwen-1 ha raggiunto Marte a febbraio, dove era in orbita da allora.

La navicella spaziale da cinque tonnellate è decollata dall’isola cinese meridionale di Hainan nel luglio dello scorso anno, lanciata dal potente razzo Long March 5 [File: China Daily via Reuters]

Se Zhurong fosse schierato con successo, la Cina sarebbe il primo paese a orbitare, atterrare e rilasciare un rover nella sua prima missione su Marte.

Tianwen-1 è stato uno dei tre che hanno raggiunto Marte a febbraio, con il rover americano Perseverance che è atterrato con successo il 18 febbraio in un’enorme depressione chiamata Jezero Crater, a più di 2.000 km da Utopia Planitia.

Hope – la terza navicella spaziale arrivata su Marte nel febbraio di quest’anno – non è progettata per effettuare un atterraggio. Lanciato dagli Emirati Arabi Uniti, è attualmente in orbita sopra Marte raccogliendo dati sul suo tempo e sulla sua atmosfera.

Il primo atterraggio di successo in assoluto fu effettuato dal Viking 1 della NASA nel luglio 1976 e poi dal Viking 2 nel settembre dello stesso anno. Una sonda su Marte lanciata dall’ex Unione Sovietica è atterrata nel dicembre 1971, ma la comunicazione è stata persa pochi secondi dopo l’atterraggio.

La Cina sta portando avanti un ambizioso programma spaziale. Sta testando veicoli spaziali riutilizzabili e sta anche pianificando di istituire una stazione di ricerca lunare con equipaggio.

In un commento pubblicato sabato, Xinhua ha detto che la Cina “non sta cercando di competere per la leadership nello spazio”, ma si è impegnata a “svelare i segreti dell’universo e contribuire all’uso pacifico dello spazio da parte dell’umanità”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *