Il ritorno della Disney nei cinema includerà una finestra teatrale più breve di 45 giorni

Disney ha confermato che le sue prossime uscite Ragazzo libero e Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli saranno i primi due film della compagnia a debuttare esclusivamente nelle sale (rispettivamente il 13 agosto e il 3 settembre).

Ma quando arriveranno nei cinema, sarà per un periodo di tempo molto più breve, con solo 45 giorni di esclusività teatrale, invece dei tradizionali 90 giorni.

Lo studio non è affatto l’unico: la Warner Bros. ha già annunciato che il suo ritorno nei cinema nel 2022 sarà caratterizzato da una finestra di 45 giorni; La Paramount ha detto che i film di successo in arrivo come Missione: impossibile 7 avrà finestre di 45 giorni, mentre i film più piccoli avranno una finestra di 30 giorni ancora più breve. E la Universal ha firmato accordi sia con AMC che con Cinemark: i film più piccoli (con aperture inferiori a $ 50 milioni a livello nazionale) possono raggiungere i servizi video a pagamento dopo una finestra di 17 giorni, mentre i film più grandi (che si aprono a numeri più grandi) possono raggiungere i servizi video a pagamento dopo 31 giorni.

È una mossa che ha molto senso per tutte queste società: anche i film più grandi del mondo tendono a fare la maggior parte dei loro soldi teatralmente nei primi fine settimana, e più a lungo i film sono tenuti in esclusiva per le sale, più a lungo aziende come Disney e WarnerMedia devono aspettare prima di poterle far passare attraverso le solite finestre video a pagamento e su servizi di streaming come Disney Plus e HBO Max.

E questo è davvero il nome del gioco ora: rilasciare grandi successi teatrali, incassare in quei grandi fine settimana di apertura e poi affrettarli allo streaming dove possono essere usati per aiutare a rafforzare la libreria di un servizio, attirando nuovi abbonati e dando a quelli esistenti più ragioni per rimanere iscritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *