Il noleggio ‘misogino’ di Apple è fuori ore dopo che i dipendenti hanno richiesto un’indagine

Antonio García Martínez non lavora più in Apple ore dopo che i dipendenti hanno diffuso una petizione che chiedeva un’indagine sulla sua assunzione. Martínez, un ex product manager di Facebook nel team di targeting degli annunci, ha scritto un libro controverso sulla Silicon Valley in cui ha espresso opinioni misogine sulle donne.

“Siamo profondamente preoccupati per la recente assunzione di Antonio García Martínez”, hanno scritto i dipendenti nella petizione. “Le sue dichiarazioni misogine nella sua autobiografia, come”La maggior parte delle donne nella Bay Area sono morbide e deboli, coccolate e ingenue nonostante le loro pretese di mondanità e generalmente piene di merda ‘ (ulteriormente citato sotto questa lettera) – si oppone direttamente all’impegno di Apple per l’inclusione e la diversità “.

Più di 2.000 dipendenti hanno firmato la petizione prima che fosse pubblicata in The Verge.

Poco dopo che la petizione ha iniziato a circolare all’interno di Apple, l’account Slack di Martínez è stato disattivato. Il team delle piattaforme pubblicitarie è stato convocato in una riunione di emergenza in cui è stato confermato che Martínez non avrebbe più lavorato presso l’azienda.

In una dichiarazione inviata per e-mail a The Verge, un portavoce di Apple ha dichiarato: “In Apple, abbiamo sempre cercato di creare un ambiente di lavoro inclusivo e accogliente in cui tutti siano rispettati e accettati. Un comportamento che sminuisce o discrimina le persone per quello che sono non ha posto qui “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *