La storia di Glennon Doyle-Abby Wambach ora include un podcast


“Vedi, lei urla”, ha detto la signora Wambach, dirigendosi verso la lavanderia, dove avrebbe sistemato il microfono accanto a una pila di calzini puliti. “Hai bisogno dei tuoi occhiali, tesoro?” ha richiamato.

In “Untamed”, la signora Doyle scrive di uno slogan che si è imbattuta in una classe anni fa: “Possiamo fare cose difficili”, dicendo che le ha salvato la vita. In questi giorni, quello slogan può essere trovato su magliette, poster e tazze da caffè. Quando Joe Biden vinse la presidenza – il suo team aveva reclutato la signora Doyle per aiutare a raggiungere le donne di periferia – il suo responsabile della campagna twittato, “Possiamo fare cose difficili … e tu l’hai appena fatto!”

Ora è il titolo del suo nuovo podcast, con l’obiettivo di aiutare i suoi follower (o “comunità”, come ama dire alla coppia; “i follower sembrano cult-y”, ha detto la signora Wambach) a creare connessioni più profonde dopo così tanto tempo in isolamento.

Ospitato dalla signora Doyle, il podcast presenta sua sorella, Amanda Doyle, come co-conduttrice; sua moglie come ospite frequente; la figlia Tish che canta la canzone di apertura; e un episodio con il signor Melton, forse sulla genitorialità, anche se stanno ancora cercando di capire di cosa vogliono parlare lui e la sua ex moglie. (“Voglio davvero parlargli degli appuntamenti”, ha detto la signora Doyle. “Sono così curiosa di questo.”)

C’è un episodio su “Fun”, uno su “Sobriety” e un altro chiamato “5 Fights”, in cui la signora Doyle e la signora Wambach analizzano i loro argomenti più comuni, incluso il litigare sul modo in cui combattono – “la cosa più lesbica puoi davvero litigare “, ha detto la signora Wambach.

A loro piace scherzare sul fatto che possono fare cose difficili, ma che a volte sono le cose facili che sembrano più difficili. Come Tish che rispondeva una telefonata, al telefono vero, al suo allenatore di calcio – per discutere quando avrebbe dovuto dire al resto della squadra che si stava trasferendo. “Ma cosa succede se mi chiede, ‘Cosa vuoi fare?’” Disse Tish, facendo una smorfia. “Quindi cosa fare vuoi fare? ”, ha detto la signora Wambach. “Devi entrare dentro di te e pensare, ‘Cosa voglio?'”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *