La NBC annulla i Golden Globe del prossimo anno per mancanza di diversità | Notizie di arte e cultura


La rete televisiva statunitense NBC ha annunciato che interromperà la trasmissione della cerimonia dei Golden Globes nel 2022 dopo una reazione di Hollywood sull’etica del gruppo che distribuisce i premi annuali per il cinema e la televisione e la sua mancanza di diversità.

L’attore Tom Cruise si è unito a una rivolta guidata da piattaforme di streaming e studi, restituendo i tre Golden Globe che ha vinto per i suoi ruoli in Jerry Maguire, Magnolia e Born on the Fourth of July, secondo quanto riportato dai media del settore Variety e Deadline Hollywood.

L’annuncio della NBC della sua decisione lunedì è arrivato anche dopo che l’Hollywood Foreign Press Association (HFPA), che ha distribuito i premi, ha accettato di reclutare più membri neri e apportare altre modifiche nei prossimi 18 mesi. La rete aveva inizialmente accolto con favore il piano, ma in seguito ha detto che avrebbe aspettato per vedere se le riforme funzionavano.

La Hollywood Foreign Press Association è stata sotto accusa per mesi a seguito di diffuse accuse di razzismo, sessismo, bullismo e corruzione tra le sue fila.

I membri dell’HFPA sono stati anche accusati di sollecitare favori da celebrità e studi.

“Un cambiamento di questa portata richiede tempo e lavoro, e siamo fermamente convinti che l’HFPA abbia bisogno di tempo per farlo bene. In quanto tale, la NBC non trasmetterà i Golden Globe del 2022 “, ha detto la NBC in una nota.

“Supponendo che l’organizzazione esegua il suo piano, speriamo di essere in grado di mandare in onda lo spettacolo nel gennaio 2023”, ha aggiunto la rete.

Chloe Zhao ha vinto il premio come miglior regista ai Golden Globe di quest’anno, la prima donna asiatica a vincere il premio [File: Peter Kramer/NBC via Reuters]

Dopo l’annuncio della NBC, l’HFPA ha affermato che l’implementazione del “cambiamento trasformazionale” è rimasta una priorità urgente “indipendentemente dalla prossima data di messa in onda dei Golden Globe”.

In una dichiarazione, l’HFPA ha ribadito le sue riforme pianificate e ha fornito un calendario dettagliato.

Ha affermato che entro agosto 2021 assumerà un nuovo amministratore delegato, aggiungerà 20 nuovi membri, approverà un nuovo codice di condotta e fornirà formazione sulla diversità e sulle molestie sessuali tra le altre fasi.

La scorsa settimana, il gruppo ha approvato una serie di riforme per diventare “più inclusivo e diversificato” con un margine “schiacciante”, sperando di tracciare una linea sotto mesi di pubblicità negativa.

Ma i critici, comprese le star Scarlett Johansson e Mark Ruffalo, hanno affermato che i cambiamenti non sono andati abbastanza lontano e non sono riusciti ad affrontare alcune delle lamentele più fondamentali del settore.

Colpo potenzialmente fatale

La cerimonia annuale dei Golden Globes, a cui hanno partecipato star di prim’ordine e dirigenti del settore, è diventata uno dei più grandi spettacoli di premi di Hollywood in vista degli Oscar.

Ma è stato sotto stretto controllo a seguito di un’indagine pubblicata a febbraio dal quotidiano Los Angeles Times che ha mostrato il gruppo di 87 giornalisti, che include giornalisti in buona fede di grandi pubblicazioni internazionali, nonché individui semi-pensionati e oscuri che raramente lavorano per nessuno. media mainstream, non aveva membri neri.

La cancellazione della NBC è un colpo potenzialmente fatale per i premi e per l’organizzazione stessa, che fa molto affidamento sui diritti televisivi dei Globes per i suoi finanziamenti, e arriva giorni dopo che Netflix e Amazon Studios hanno dichiarato che non avrebbero collaborato con l’HFPA fino a quando non fossero più “significativi” e Sono state apportate modifiche “significative”.

La Johansson, star di Lost in Translation e del franchise di supereroi Marvel, ha detto durante il fine settimana di essersi “rifiutata di partecipare” alle conferenze stampa dell’HFPA per anni a causa di “domande e osservazioni sessiste” che “rasentavano le molestie sessuali”.

I Globes sono stati sotto pressione dopo che un’indagine del Los Angeles Times sull’HFPA ha scoperto che non aveva membri neri [File: Valerie Macon/ AFP]

Ruffalo ha recentemente affermato che “non può sentirsi orgoglioso o felice” di aver vinto un recente Golden Globe da un gruppo con una “cultura della segretezza e dell’esclusione” che continua a “resistere al cambiamento che gli viene chiesto”.

Anche la National Association of Black Journalists, un gruppo di oltre 100 pubblicisti di Hollywood, diversi sindacati dell’industria cinematografica, Time’s Up e l’organizzazione di beneficenza LGBTQ GLAAD hanno condannato il gruppo.

WarnerMedia, che include il canale via cavo HBO e lo studio cinematografico Warner Bros, ha dichiarato in una lettera all’HFPA di essere preoccupata per “questioni razzialmente insensibili, sessiste e omofobiche” durante le conferenze stampa e gli eventi durante il processo di nomina e premiazione dei Golden Globe.

“Per troppo tempo, sono state fatte richieste di vantaggi, favori speciali e richieste non professionali ai nostri team e ad altri in tutto il settore”, si legge nella lettera di WarnerMedia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *