Incontra il vero Alexa: rivelato il doppiatore responsabile dell’assistente AI di Amazon

Alexa di Amazon ha una voce familiare a milioni di persone: calma, calda e misurata. Ma come la maggior parte dei discorsi sintetici, i suoi toni hanno un’origine umana. C’era qualcuno la cui voce doveva essere registrata, analizzata e riprodotta algoritmicamente per creare Alexa come lo conosciamo ora. Amazon non ha mai rivelato chi sia questa “Alexa originale”, ma il giornalista Brad Stone dice di averla rintracciata, e lei è Nina Rolle, un’artista di doppiaggio con sede a Boulder, in Colorado.

L’affermazione viene dal prossimo libro di Stone sul gigante della tecnologia, Amazon Unbound, un estratto di cui è pubblicato qui nel Cablata. Né Amazon né Rolle hanno confermato o negato l’ipotesi di Stone, che secondo lui si basa su conversazioni con la comunità di voiceover professionale, ma Rolle’s voce da solo rappresenta un caso convincente.

Ascolta i video qui sotto: il primo una pubblicità per Cherry Creek North, “la principale destinazione di vendita al dettaglio all’aperto di Denver”, e il secondo un’introduzione a Hapyn, un’app social che sembra essere ormai defunta (la sua voce nel Play Store è stata aggiornata l’ultima volta nel 2017 ). Puoi assolutamente sentire i toni rassicuranti di Alexa nella voce di Rolle. Oppure, per essere più precisi, puoi assolutamente sentire da dove provengono i toni rassicuranti di Alexa quando ascolti Rolle.

Ecco come Stone scrive il processo nella selezione della voce di Alexa:

Ritenendo che la selezione della voce giusta per Alexa fosse fondamentale, [then-Amazon exec Greg] Hart e colleghi hanno passato mesi a rivedere le registrazioni di vari candidati che GM Voices ha prodotto per il progetto e hanno presentato le migliori scelte a Bezos. Il team di Amazon ha classificato i migliori, ha chiesto ulteriori campioni e alla fine ha fatto una scelta. Bezos ha firmato. Caratteristicamente riservato, Amazon non ha mai rivelato il nome del doppiatore dietro Alexa. Ho appreso la sua identità dopo aver lavorato alla comunità dei doppiatori professionisti: Nina Rolle, doppiatrice e cantante con sede a Boulder, in Colorado. Il suo sito web professionale contiene collegamenti a vecchi annunci radiofonici di prodotti come Mott’s Apple Juice e Volkswagen Passat, e il timbro caldo della voce di Alexa è inconfondibile. Rolle ha detto che non le era permesso parlare con me quando l’ho raggiunta al telefono nel febbraio 2021. Quando ho chiesto ad Amazon di parlare con lei, hanno rifiutato.

Abbiamo inviato un ping ad Amazon e Rolle per confermare il suo coinvolgimento nella creazione di Alexa, ma non aspettarti di sentire molto di nuovo. Se la società non è interessata a confermare l’account di Stone, suggerisce che si tratta di un po ‘di storia su cui preferirebbero non attirare l’attenzione, per qualsiasi motivo.

Fornire la voce a un prodotto così onnipresente può avere anche i suoi svantaggi. La doppiatrice originale dietro Siri, Susan Bennett, si è rivelata nel 2013 (dopo aver visto un articolo di The Verge analizzando il processo alla base della creazione di voci sintetizzate, per inciso), ma ha detto che era stata cauta nell’essere associata a Siri. “Sono stato conservatore a riguardo per molto tempo […] Poi questo Verge il video è uscito […] e sembra che tutti stessero chiedendo a gran voce di scoprire chi è la vera voce dietro Siri, e così ho pensato, beh, sai, che diamine? Questo è il momento “, ha detto Bennett CNN.

Ovviamente, sebbene possiamo sentire sia la voce di Bennett che quella di Rolle nei loro doppelgänger AI, è impossibile dire senza una conoscenza interna esattamente quali tracce dell’originale rimangono. Creare una voce sintetica inizia con campioni audio reali, ma questi dati vengono quantizzati in modo esaustivo e rimasterizzati a tal punto che rispondere alla domanda se il prodotto finale sia uguale all’originale è meglio riservare al costruttori navali di Teseo.

Ciò che è divertente, però, è ascoltare gli altri esempi del lavoro di voce fuori campo di Rolle su di lei sito web. Sebbene offra una performance contenuta nei video sopra, è molto più animata e vivace in altri campioni commerciali. Mostra davvero come, nonostante la sempre crescente raffinatezza della voce di Alexa, manchi ancora della gamma della cosa reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *