I preti tedeschi sfidano il divieto del Vaticano e benediscono le unioni dello stesso sesso



Con una mossa che ha fatto arrabbiare i liberali all’interno della chiesa da 1,3 miliardi di membri, l’ufficio dottrinale del Vaticano ha affermato a marzo che i sacerdoti non possono benedire le unioni dello stesso sesso al posto del matrimonio, nonostante i ministri lo facciano in paesi come la Germania.

“Se diciamo che Dio è amore, non posso dire alle persone che abbracciano lealtà, unità e responsabilità reciproche che il loro non è amore, che è un amore di quinta o sesta classe”, ha detto Christian Olding, un sacerdote del western città di Geldern.

“Attendo con impazienza la benedizione. Avremo tutte le forme di relazione: matrimoni eterosessuali classici, coppie divorziate e risposate, coppie non sposate e sì, anche coppie dello stesso sesso”, ha detto Olding alla Thomson Reuters Foundation.

Sacerdoti e diocesi di tutta la Germania hanno aderito all’iniziativa “Liebe Gewinnt” o “Love Wins”, con benedizioni che si terranno questa settimana in città come Berlino, Monaco e Colonia, sede della più grande arcidiocesi della Germania, così come nelle aree rurali.

Il divieto di benedizioni di marzo, approvato da Papa Francesco, ha scatenato dissenso all’interno della chiesa e ha sorpreso molti perché è stato più conciliante nei confronti dei gay di forse qualsiasi altro pontefice.

Il Papa ha tenuto incontri con coppie gay e ha incoraggiato coloro che vogliono crescere i propri figli in chiesa a farlo. Nel 2013, ha fatto l’ormai famosa osservazione “Chi sono io per giudicare” sulle persone gay che cercano Dio e cercano di vivere secondo le regole della chiesa.

La chiesa insegna che essere gay non è intrinsecamente peccaminoso, ma proibisce l’attività sessuale tra persone dello stesso sesso.

A marzo, più di 2.000 sacerdoti, teologi e altri membri della Chiesa cattolica in Germania e Austria hanno firmato una petizione a favore della benedizione delle coppie dello stesso sesso.

“Quando qualcuno dice che qualcosa non può più essere discusso, lo trovo irragionevole e inappropriato”, ha detto Olding, aggiungendo che la chiesa aveva perso il contatto con i suoi seguaci LGBT +.

“Vivo al centro della società. Non voglio essere separato dalla realtà di vita quotidiana delle persone che accompagno come sacerdote”.

Secondo il Pew Research Center, un think tank con sede negli Stati Uniti, l’86% dei tedeschi pensa che l’omosessualità dovrebbe essere accettata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *