Il bilancio globale delle vittime del COVID-19 è più del doppio delle stime: studio | Notizie sulla pandemia di coronavirus


L’Institute for Health Metrics and Evaluation afferma che la pandemia ha causato quasi 6,9 milioni di morti molto più alte dei 3,25 milioni segnalati.

La pandemia COVID-19 ha causato quasi 6,9 milioni di morti in tutto il mondo, più del doppio del numero registrato ufficialmente, secondo una nuova analisi dell’Università di Washington, dell’Istituto per la valutazione e la metrica sanitaria (IHME) dell’Università di Washington.

I decessi non vengono segnalati poiché la maggior parte dei paesi registra solo quelli che si verificano negli ospedali o nei pazienti con un’infezione confermata, ha rivelato il rapporto pubblicato giovedì.

Le stime attuali riportate hanno mostrato più di 155 milioni di infezioni in tutto il mondo con almeno 3,25 milioni di decessi, secondo i dati della Johns Hopkins University.

L’IHME è un’organizzazione di ricerca sanitaria indipendente che fornisce una misurazione comparabile dei problemi di salute del mondo ed è stata citata in passato dalla Casa Bianca e le sue relazioni sono seguite da vicino dai funzionari della sanità pubblica.

La mortalità per COVID-19 riportata è fortemente correlata ai livelli di test in un paese, ha detto l’IHME.

“Se non esegui molti test, è molto probabile che ti manchi la morte di COVID”, ha detto Christopher Murray, direttore dell’Istituto per la metrica e la valutazione sanitaria, in una conferenza stampa con i giornalisti.

IHME ha stimato i decessi totali per COVID-19 confrontando i decessi previsti per tutte le cause in base alle tendenze pre-pandemiche con il numero effettivo di tutti i decessi causati durante la pandemia.

Negli Stati Uniti, l’analisi ha stimato i decessi correlati a COVID-19 di oltre 905.000. I dati ufficiali dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie mercoledì hanno stimato 575.491 morti a causa del nuovo coronavirus.

Il CDC non ha risposto immediatamente alla richiesta dell’agenzia di stampa Reuters di commentare il rapporto.

Il rapporto include solo i decessi causati direttamente dal virus, non i decessi causati dalla perturbazione della pandemia ai sistemi sanitari e alle comunità.

“Molti paesi hanno dedicato sforzi eccezionali per misurare il bilancio della pandemia, ma la nostra analisi mostra quanto sia difficile monitorare con precisione una malattia infettiva nuova e in rapida diffusione”, ha detto Murray.

Nel frattempo, l’India ha riportato giovedì più di 400.000 infezioni da coronavirus in un periodo di 24 ore, mentre il numero di morti a causa del virus è salito a un record di 3.980.

Il conteggio della nazione dell’Asia meridionale ha superato i 21 milioni di casi, incrementato da un record di 412.262 nuove infezioni. Il numero di persone che sono morte a causa del COVID-19 ora ammonta a 230.168, come hanno mostrato i dati del ministero della salute.

Interviste di medici e leader del villaggio che sono coinvolti nel conteggio delle morti pandemiche, tuttavia, hanno rivelato che il bilancio reale delle vittime potrebbe essere molte volte superiore a quello ufficiale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *