Un X-wing di scena di Star Wars non appartiene allo Smithsonian

Il 4 maggio è informalmente il Guerre stellari Giorno festivo, che i marchi casuali in genere usano per vendere le loro merci. Anche se non è così male come le promozioni che escono dal legno il giorno del pesce d’aprile, penso di tracciare la linea allo Smithsonian National Air and Space Museum aggiungendo un X-wing Starfighter da Guerre stellari alla sua collezione. Il museo ha annunciato oggi che la famosa nave sarebbe stata esposta nel 2022, tramite un prestito di oggetti di scena dalla società di produzione di proprietà della Disney, Lucasfilm.

Lo Smithsonian dice che l’X-wing in questione proviene da Star Wars: The Rise of Skywalker e sarà esposto all’esterno del Planetario Albert Einstein del museo dopo essere stato sottoposto a “conservazione nell’Hangar del restauro nello Steven F. Udvar-Hazy Center”.

Il caccia stellare Ala-X della Mary Baker Tenuta Hangar di restauro.
Immagine: Smithsonian National Air and Space Museum

La prima bandiera rossa che vorrei togliere di mezzo: un X-wing da L’ascesa di Skywalker? Veramente? Il film finale della Skywalker Saga non è esattamente amato, ma non abbiamo davvero bisogno di ripeterlo qui. Questo è lo scopo di Reddit e ora, probabilmente, la mia casella di posta elettronica. Ciò che colpisce di chiamare L’ascesa di Skywalker per me si aggiunge davvero alla sensazione generale che includere questa astronave sia un’opportunità pubblicitaria per la Disney piuttosto che una sorta di grande contributo alla nostra memoria nazionale dei viaggi spaziali. Ovviamente la Disney vuole continuare a pubblicizzare la sua versione più recente Guerre stellari film – ha un franchise da mantenere.

“Nonostante sia accaduto molto tempo fa in una galassia lontana, molto lontana, Guerre stellari ha introdotto generazioni di fan qui sulla Terra nello spazio esterno come scenario per l’avventura e l’esplorazione “, ha condiviso Margaret Weitekamp, ​​presidente di storia spaziale dello Smithsonian. È indubbiamente vero. Guerre stellari ha avuto un enorme impatto su come le persone pensano allo spazioe la Disney, con tutto ciò che ha creato e acquistato, ha fatto un’impressione sulla cultura grande quanto una società da miliardi di dollari. Ma ciò non impedisce a tutto questo di sentirsi un po ‘icky.

Lo spazio e i viaggi aerei sono stati a lungo guidati da partnership pubbliche e private (vedi gli attuali rapporti della NASA con SpaceX), e lo Smithsonian National Air and Space Museum ha anche altri prodotti Disney nella sua collezione, come un giocattolo Buzz Lightyear che è stato nello spazio e una toppa dell’Air Force di Paperino. Ma vengo in musei come lo Smithsonian per i pezzi di storia e cultura che non conosco: i trionfi nascosti, i fallimenti e le possibilità irripetibili che portano a cose impressionanti come lo sbarco di persone sulla Luna.

Non molto tempo fa, lo Smithsonian ha ospitato il Modulo di comando dell’Apollo 11 Columbia, il pod che ha riportato sulla Terra tre astronauti dal primo viaggio dell’umanità sulla Luna nel 1969. Il museo attualmente ha anche l’LM-2, il secondo modulo lunare utilizzato nei test a terra sulla Terra. Questi sono tutti veicoli spaziali reali, e questo non conta nemmeno il satelliti, carichi utili, e altri effimeri spaziali che lo Smithsonian ha a portata di mano.

Non è quello Guerre stellari o l’X-wing non è bello, buono o significativo. È quel cedere spazio fisico e mentale a un prodotto che deve essere venduto piuttosto che a qualcosa che in realtà fa parte della storia umana, sembra che distrae dai pezzi più significativi della collezione dello Smithsonian. Lascia gli oggetti di scena ai film o agli sforzi curatoriali della Disney. Non credo che saremmo peggio per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *