AT&T ha violato il diritto del lavoro, ma può ancora vietare ai lavoratori di registrare le conversazioni, regole NLRB

Una politica AT&T che impedisce ai dipendenti di registrare le conversazioni con manager o colleghi è legale, secondo a sentenza del National Labour Relations Board lunedì. Il consiglio ha scoperto che mentre AT&T violava il diritto del lavoro degli Stati Uniti nel modo in cui aveva applicato la politica, il divieto di registrazione stesso non era illegale.

Secondo le regole di AT&T, “i dipendenti non possono registrare telefonate o altre conversazioni che hanno con i loro colleghi, manager o terze parti a meno che tali registrazioni non siano approvate in anticipo dall’Ufficio legale”.

Nella sua decisione, l’NLRB ha ribaltato parte di una precedente sentenza in cui si affermava che il potenziale della politica di violare i diritti dei lavoratori superava la necessità di AT&T di mantenere privati ​​i dati dei clienti.

Il caso è incentrato su una denuncia presentata dal dipendente di AT&T Marcus Davis nel 2016. Davis è stato amministratore sindacale per i Communications Workers of America Local 2336. Nel maggio 2016, ha partecipato a una riunione con un dipendente che veniva licenziato e ha registrato la conversazione. Il manager di Davis lo ha scoperto, ha chiesto di incontrarlo e ha cancellato la registrazione dal suo telefono. In seguito ha detto a Davis di non incoraggiare altri dipendenti a effettuare registrazioni in negozio poiché ciò violava le regole di AT&T e ha osservato che “non voleva che nessuno fosse ritenuto responsabile per non aver seguito la politica”.

L’NLRB ha scoperto che Davis era impegnato in attività sindacali protette. Il consiglio ha affermato che AT&T ha violato la legge federale sul lavoro dicendogli di non incoraggiare i colleghi a fare registrazioni e sottintendendo che potrebbero esserci ripercussioni per coloro che lo hanno fatto.

Eppure il consiglio ha anche detto che solo perché la politica lo era applicato illegalmente non significa che sia intrinsecamente illegale. “Un divieto generalizzato sul mantenimento continuo di tali regole, semplicemente a causa di una singola istanza di applicazione illegale – anche se quella singola istanza è eseguita da un supervisore di basso o medio livello fuorviante la cui azione non riflette la politica aziendale – non riesce a dare il giusto peso a questi interessi legittimi “, ha scritto il consiglio. “In effetti, non dà loro alcun peso.”

Nel suo dissenso, il presidente dell’NLRB Lauren McFerran ha affermato che la regola era illegalmente eccessiva. “Siamo tutti d’accordo che alcune registrazioni dei dipendenti sono protette dal National Labor Relations Act”, ha scritto. “Secondo i suoi termini, la regola non distingue tra registrazioni protette dal National Labour Relations Act e quelle che non lo sono … In effetti, come scritto, la regola si applica anche alle conversazioni sul tempo non lavorativo e nelle aree non lavorative: un dipendente non può registrare una riunione sindacale tenuta in una sala relax a pranzo. “

AT&T non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di The Verge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *