Wainwright e Cardinals combattono attraverso il deficit per battere Mets


ST. LOUIS – Nolan Arenado e Harrison Bader hanno fatto un home home, Adam Wainwright ha tenuto duro ei St. Louis Cardinals hanno battuto i Mets, 6-5, lunedì sera per la loro quinta vittoria consecutiva.

Wainwright (1-3), attivato dalla lista degli infortunati Covid-19 per fare il via, è rimasto sotto 5-2 nel terzo inning. Ma non ha mollato più run prima di partire con due out nel sesto, e il bullpen ha conservato la sua prima vittoria della stagione.

Genesis Cabrera e Giovanny Gallegos si sono combinati per due e un terzo inning di sollievo scoreless. Alex Reyes ha lavorato intorno a un paio di passeggiate nel nono posto per guadagnare il suo ottavo salvataggio – non ha permesso una corsa guadagnata in 14 inning in questa stagione.

Joey Lucchesi (0-2) ha concesso sei run su sette hit in due e due terzi inning dopo essere stato richiamato dal sito di allenamento alternativo dei Mets per iniziare. Non è entrato nel quarto inning in nessuna delle sue tre partite in questa stagione.

Dominic Smith ha guidato in una corsa su un groundout e Kevin Pillar ha colpito un homer di due run per mettere i Mets nel terzo.

Arenado ha risposto con un drive di tre run nella metà inferiore per il 5-5. Il suo quinto fuoricampo della stagione è atterrato nel bullpen di sinistra. Paul DeJong e Tyler O’Neill hanno seguito con il doppio portando St. Louis in vantaggio.

Bader ha segnato un fuoricampo di 450 piedi sulle gradinate di sinistra, un drive da solista che ha portato il 2-2 nel secondo. Si è connesso un giorno dopo aver centrato il suo primo homer della stagione.

Tommy Edman ha aperto il primo inning con una tripla e ha segnato al volo di sacrificio di Dylan Carlson.

Wainwright ha colpito Tomas Nido al gomito con le basi caricate per legarlo nel secondo. Due battitori più tardi, Jeff McNeil ha portato i Mets sul 2-1.

Dopo la sconfitta di lunedì, i Mets hanno annunciato di aver licenziato l’allenatore che colpisce la squadra, Chili Davis, così come l’assistente della squadra che colpisce l’allenatore, Tom Slater. Le mosse arrivano con i Mets che hanno segnato solo 76 punti nelle prime 23 partite, che è la cifra più bassa nelle major. Hanno segnato i peggiori 18 fuoricampo della Major League e Francisco Lindor, il prezioso acquisto fuori stagione della squadra, sta ottenendo solo 0,163.

Davis sarà sostituito da Hugh Quattlebaum, che è stato nominato direttore della lega minore dei Mets per lo sviluppo in questa bassa stagione. Quattlebaum, 42 anni, aveva trascorso le tre stagioni precedenti con il Seattle. Kevin Howard, che in precedenza era stato il direttore dello sviluppo dei giocatori dei Mets, sarà il nuovo assistente allenatore della squadra.

Le mosse hanno effetto immediato. BENJAMIN HOFFMAN

La Baseball Hall of Fame ha accettato le dimissioni di Roberto Alomar dal consiglio di amministrazione, ha annunciato lunedì il presidente Jane Forbes Clark.

Alomar, che è stato eletto nel consiglio nel 2019, sabato ha presentato una lettera di dimissioni sulla scia di un’accusa di cattiva condotta sessuale.

Il secondo baseman della Hall of Fame è stato licenziato la scorsa settimana come consulente dalla Major League Baseball e inserito nella lista dei non idonei della lega dopo un’indagine sull’accusa. Il commissario Rob Manfred ha annunciato il licenziamento venerdì, affermando in una dichiarazione che un dipendente dell’industria del baseball ha segnalato un incidente all’inizio di quest’anno che ha coinvolto Alomar dal 2014.

La lega ha assunto uno studio legale esterno per indagare sulla questione. MLB ha detto che non fornirà ulteriori dettagli sulle indagini per proteggere l’individuo che si è fatto avanti.

Clark ha detto dopo l’annuncio di Manfred che la targa di Alomar sarebbe rimasta in mostra nella Sala perché “la sua consacrazione riflette la sua eleggibilità e la prospettiva degli elettori della BBWAA in quel momento”. Alomar è stato introdotto nel 2011.

Alomar ha anche perso la sua posizione di assistente speciale con i Toronto Blue Jays. Il club ha detto che stava recidendo i legami con Alomar, inclusa la rimozione del suo livello di eccellenza e la rimozione del suo stendardo dal Rogers Center.

La Canadian Baseball Hall of Fame and Museum ha anche affermato che non avrebbe revocato il suo status di candidato, ma lo ha bandito da eventi futuri e ha detto che non sarebbe più stato associato a lui o alla sua fondazione.

Alomar è stato 12 volte All-Star in 17 stagioni con San Diego, Toronto, Baltimora, Cleveland, i Mets, i White Sox e l’Arizona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *