Sotheby’s si collega a Coinbase per accettare criptovalute per Banksy | Notizie di arte e cultura


La casa d’aste Sotheby’s si è collegata all’exchange di criptovalute Coinbase per consentire all’offerente vincitore per l’imminente vendita dell’iconica opera di Banksy ‘Love is in the Air’ di pagare il lavoro in Bitcoin e / o Ether.

La casa d’aste d’arte Sotheby’s afferma che accetterà le criptovalute Bitcoin ed Ether come pagamento per la sua imminente vendita di “Love is in the Air”, un’opera iconica dell’artista Banksy.

L’offerta per l’opera di Banksy, che andrà all’asta il 12 maggio, è stimata da Sotheby’s tra $ 3 milioni e $ 5 milioni, con l’acquirente che per la prima volta ha la “possibilità di pagare il prezzo di aggiudicazione con criptovaluta”, la casa d’aste ha scritto in un post sul blog martedì.

“Opportunamente, l’abbinamento riunisce il più grande rivoluzionario della finanza con uno dei più importanti rivoluzionari nel mondo dell’arte”, ha scritto Sotheby’s.

L’opzione della criptovaluta è resa possibile tramite una partnership di integrazione dei pagamenti con Coinbase, il più grande scambio di criptovalute degli Stati Uniti il ​​cui debutto sul Nasdaq il mese scorso ha segnato un momento di svolta per l’industria delle criptovalute.

“Attraverso una soluzione su misura, Coinbase supporterà il pagamento stimato nell’intervallo di otto cifre sul sito Web di Sotheby’s e inoltre aiuterà a gestire le fluttuazioni dei prezzi”, ha scritto Coinbase in un blog post di martedì, aggiungendo che getterà le basi per “un’ulteriore adozione della criptovaluta nelle aste di Sotheby’s”.

Questa non è la prima incursione di Sotheby nel mondo delle criptovalute. Il mese scorso, la casa d’aste ha tenuto la sua prima vendita di token non fungibili in cui un NFT dell’artista digitale Pak ha recuperato $ 1,36 milioni dopo una feroce guerra di offerte di 90 minuti.

Quest’anno gli investitori di criptovalute hanno speso milioni di dollari per l’arte digitale che risiede solo nell’Ether, grazie alla crescente popolarità degli NFT, file digitali che verificano chi è il legittimo proprietario di un oggetto unico nel suo genere.

A marzo, un’opera d’arte NFT dell’artista americano Mike Winkelman, noto anche come Beeple, intitolata “Everydays – The First 5000 Days” è stata venduta all’asta da Christie’s per quasi 70 milioni di dollari.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *