La “piattaforma di social media” di Donald Trump è stata lanciata ed è solo un blog

Dopo mesi di promesse la sua rete di social media per i poster vietati, l’ex presidente Donald Trump martedì ha lanciato una nuova sezione del suo sito Web che essenzialmente è solo un blog WordPress.

La nuova “piattaforma” ha lo stile di una versione generica di Twitter, ma è ospitata come un blog in esecuzione di commenti del presidente. Le persone possono registrarsi per postare avvisi sulla piattaforma tramite e-mail e numeri di telefono, e lo sono presumibilmente in grado di apprezzarli, anche se tale funzione non sembra funzionare al momento della pubblicazione. Gli utenti possono anche condividere i post di Trump su Facebook e Twitter. L’opzione di condivisione di Twitter attualmente non funziona, ma Facebook consente alle persone di condividere i post di Trump.

Facebook e Twitter non hanno risposto immediatamente The Verge’s richiesta di commento sul fatto che queste opzioni di condivisione siano consentite dall’attuale divieto di Trump.

Anche se la piattaforma è stata lanciata ufficialmente martedì, ci sono post che risalgono al 24 marzo. L’ultimo post di Trump è un video che pubblicizza la sua nuova piattaforma, definendolo “Un posto dove parlare liberamente e in sicurezza, direttamente dalla scrivania di Donald J. Trump”. Secondo Fox News, Trump “alla fine” sarà in grado di comunicare direttamente con i suoi sostenitori, anche se non è chiaro come ciò accadrà. L’ufficio stampa di Trump non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento

Il lancio arriva solo un giorno prima che il Consiglio di sorveglianza di Facebook annuncerà se Trump sarà autorizzato a tornare su Facebook e su altre piattaforme di social media di proprietà di Facebook come Instagram. Trump è stato bandito da Facebook e dalla sua piattaforma di pubblicazione preferita Twitter a gennaio dopo che una folla di destra ha preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti, lasciando cinque persone morte. Il gruppo di moderazione quasi giudiziaria di Facebook prevede di annunciare se l’ex presidente potrà tornare mercoledì mattina.

La piattaforma sembra essere stata costruita da Campaign Nucleus, una società di servizi digitali fondata dall’ex responsabile della campagna di Trump Brad Parscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *