Perché la principessa Charlotte non sarà mai la tua media erede di riserva


Potrebbe essere solo la somiglianza familiare, ma stiamo già ottenendo Princess Anne vibrazioni: anche se a causa del sistema arcaico di primogenitura maschile in vigore all’epoca, il secondo figlio maggiore della regina non era nemmeno considerato l’erede di riserva una volta suo fratello minore Principe Andrew è nata e lei rimane più in basso sulla scala di tutti e tre i sei figli dei suoi fratelli.

Ma Anne, sebbene una reale lavoratrice a tempo pieno che per molti anni ha superato il fratello Charles negli impegni ufficiali, è stata contemporaneamente l’immagine di un membro della famiglia moderno e indipendente, uno che non ha dato a suo figlio, Peter Phillipse figlia, Zara Tindall, titoli reali per favorire la propria indipendenza dalla corona. Una cavaliere esperta e libera di perseguire il suo sogno (“per un tempo limitato”, almeno, ha detto Vanity Fair), Anne è stata la prima reale britannica a competere alle Olimpiadi. Altrimenti, ha dedicato la maggior parte della sua vita pubblica a vari enti di beneficenza, in particolare Save the Children, di cui è presidente dal 1970. E, non diversamente da molte donne della sua famiglia, è stata salutata come un’icona della moda nella sua giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *