Newsmax si scusa con il dipendente di Dominion Voting Systems per false accuse elettorali

Il canale di notizie conservatore Newsmax ha inviato le scuse a un dipendente di Dominion Voting Systems, dopo aver riferito senza prove di essere stato coinvolto nella manipolazione dei risultati delle elezioni presidenziali statunitensi del 2020.

“A nome di Newsmax, vorremmo scusarci per qualsiasi danno che la nostra segnalazione delle accuse contro il dottor Coomer potrebbe aver causato al dottor Coomer e alla sua famiglia”, afferma una dichiarazione pubblicata sul sito web di Newsmax. Secondo la dichiarazione, le accuse fatte su Eric Coomer, direttore della strategia e della sicurezza del prodotto di Dominion non erano sostanziali:

“Newsmax vorrebbe chiarire la sua copertura del dottor Coomer e notare che mentre Newsmax inizialmente copriva le affermazioni degli avvocati del presidente Trump, sostenitori e altri che il dottor Coomer ha svolto un ruolo nella manipolazione delle macchine per il voto di Dominion, il software di voto di Dominion e il conteggio dei voti finali nelle elezioni presidenziali del 2020, Newsmax successivamente non ha trovato prove che tali accuse fossero vere. Molti degli stati i cui risultati sono stati contestati dalla campagna Trump dopo le elezioni del novembre 2020 hanno condotto ampi riconteggi e verifiche, e ciascuno di questi stati ha certificato i risultati come legali e definitivi “.

Coomer ha intentato una causa a dicembre contro Newsmax, One America News Network, la campagna Trump, l’ex sindaco di New York City Rudy Giuliani e altre persone e gruppi che hanno diffuso le false notizie secondo cui Coomer aveva in qualche modo truccato le elezioni contro l’ex presidente. Il suo avvocati hanno scritto nella loro denuncia che Coomer era stato “diffamato e sottoposto a un assalto di messaggi offensivi e molestie” a seguito delle false affermazioni. Coomer è stato costretto a nascondersi a seguito di numerose minacce di morte, secondo la denuncia.

Nella sua dichiarazione, Newsmax ha affermato di non aver “trovato alcuna prova che il Dr. Coomer abbia interferito in alcun modo con le macchine per il voto di Dominion o con il software di voto, né che il Dr. Coomer abbia mai affermato di averlo fatto. Né Newsmax ha trovato alcuna prova che il dottor Coomer abbia mai partecipato a conversazioni con membri di “Antifa”, né che fosse direttamente coinvolto in alcuna organizzazione politica partigiana “.

Secondo il Associated Press, Coomer ha ritirato Newsmax dalla sua causa e il suo avvocato ha confermato che Coomer aveva raggiunto un accordo transattivo con la rete, ma ha rifiutato di rivelare i termini.

Nonostante l’eccesso di teorie del complotto, non ci sono prove che ci sia stata alcuna manipolazione dei risultati delle elezioni di novembre. Secondo una dichiarazione del 13 novembre dalla Cybersecurity & Infrastructure Security Agency (CISA) del Department of Homeland Security, le elezioni del 3 novembre “sono state le più sicure nella storia americana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *