Negata una stagione, alcuni atleti della Ivy League creano un anno sabbatico nel baseball


Burley, il ricevitore della California centrale, di solito si sveglia alle 9 del mattino, controlla la sua posta elettronica, fa colazione e fa 20 minuti di auto per il centro di allenamento. Passa attraverso un catalogo di esercizi prescritti da un esame di assunzione, utilizzando rulli di schiuma, bande, palle da baseball o palle di mobilità per aiutare ad attivare i suoi quadricipiti, flessori dell’anca, adduttori, muscoli posteriori della coscia, glutei, polpacci, peroni e praticamente ogni altro muscolo che potrebbe essere utilizzato giocare a baseball.

Sufficientemente riscaldato dopo 60-90 minuti, esegue (a seconda del giorno della settimana) un pot-pourri di esercizi come gli affondi del pattinatore sul ghiaccio, gli squat del bowler, i salti alle ginocchia alte, i box jumps, i side shuffle e gli sprint e una varietà di contorsioni .

“Non mi sono mai sentito più atletico nella mia vita”, ha detto Burley. “Voglio entrare in un campo da basket e schiacciare le persone.”

Nel pomeriggio, il lavoro sul suo corpo viene tradotto in gioco. Burley cattura i lanciatori che potrebbero variare dai liceali ai suoi compagni di squadra Brown ai leghisti minori. A volte lavorano contro i battitori in giochi simulati o in mischia. “Vedo ragazzi che lanciano 95 con brutte palle che si rompono che i ragazzi del college non hanno ancora”, ha detto Burley. “E sto imparando a leggere meglio gli swing, il che ha aiutato il mio pitch calling.”

Alcuni giorni lavora nelle gabbie di battuta sul suo swing.

Alle 3 del pomeriggio Burley torna in macchina al suo appartamento, fa la doccia, mangia e rivolge la sua attenzione alla scuola, frequentando le lezioni che sono per lo più registrate e facendo i compiti fino a quando non va a letto. Gli altri giocatori hanno seguito una routine quotidiana simile – tranne la domenica, quando vanno spesso in spiaggia se sono presi dai compiti – per quasi due mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *