Conteggio dei voti in cinque stati indiani in corso mentre infuria la pandemia | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il BJP al potere del primo ministro Modi che cerca di consolidare il controllo su più stati come partito di opposizione del Congresso, i blocchi regionali sperano di riguadagnare terreno politico.

I funzionari elettorali dell’India hanno iniziato a contare i voti in cinque stati dalle elezioni tenutesi a marzo e all’inizio di aprile, all’inizio di un’ondata di casi di COVID-19 che ha travolto il sistema sanitario del paese.

Il conteggio dei voti in Assam, Bengala occidentale, Tamil Nadu, Kerala e Puducherry dovrebbe concludersi domenica, con risultati da annunciare una volta che i conteggi saranno conclusi.

I risultati sono visti come un test dell’impatto che la seconda devastante pandemia sta avendo sul sostegno al primo ministro Narendra Modi e al suo partito di destra BJP.

Mentre il BJP al governo di Modi sta cercando di consolidare la sua presa su più stati, il principale partito di opposizione del Congresso e i partiti regionali sperano di riguadagnare terreno politico.

Più di 1.000 osservatori elettorali condurranno i conteggi, ognuno dei quali dovrebbe produrre un rapporto di prova COVID-19 negativo o dimostrare di essere stato completamente vaccinato.

La maggior parte dei voti è stata espressa a marzo, ma i sondaggi in alcune circoscrizioni sono continuati fino ad aprile, proprio quando l’India ha iniziato a rilevare migliaia di infezioni da coronavirus ogni giorno.

Sabato, i nuovi casi hanno raggiunto il massimo record giornaliero di 401.993. Sono morti più di 211.000. Il paese ha il secondo più alto numero di casi totali a 19,1 milioni dopo gli Stati Uniti.

La seconda ondata ha travolto ospedali, obitori e crematori e ha lasciato le famiglie a rimescolare per scarse medicine e ossigeno. Sebbene l’India sia il più grande produttore mondiale di vaccini COVID-19, la carenza di vaccini in alcuni stati ha ostacolato l’inizio di una campagna di vaccinazioni di massa.

In vista dell’ondata di casi, i leader di tutti i partiti politici, compreso Modi, hanno guidato manifestazioni politiche in cui grandi folle hanno infranto le regole sull’allontanamento sociale e l’uso della maschera.

Gli analisti politici hanno affermato che queste elezioni sono un’opportunità cruciale per Modi per estendere il suo dominio nazionale, espandere l’impronta del suo partito e rimuovere uno dei suoi critici più acuti.

Modi è stato criticato per essersi concentrato sulle elezioni statali invece che sulla pandemia. Alcuni esperti incolpano le manifestazioni e le riunioni religiose di massa a cui hanno partecipato milioni di persone per la gravità della seconda ondata.

Il governo federale è stato anche accusato di non aver risposto all’inizio di marzo all’avvertimento dei propri consulenti scientifici secondo cui una nuova e più contagiosa variante stava prendendo piede nel paese.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *